Carte prepagate estere: sono consigliate?

Le carte prepagate estere sono consigliate? Se sei qui, significa che ti stai facendo domande in merito. La cosa non deve sorprendere: parliamo infatti di strumenti di pagamento estremamente popolari che, negli ultimi anni, sono stati interessanti da un grandissimo successo.

Se ti stai chedendo se le carte prepagate estere sono sicure, nelle prossime righe di questo articolo puoi trovare la risposta.

Carte prepagate estere: sì o no?

Le carte prepagate estere sono consigliate? La risposta è affermativa. Per chi viaggia spesso – e sì, anche in tempo di pandemia  c’è chi continua a muoversi – possono rivelarsi utili. Quello che conta è sceglierle con attenzione. Prima di tutto, è bene informarsi sul circuito di riferimento. Le principali alternative al proposito sono il circuito Visa, quello Visa Electron e il circuito Mastercard.

Un altro aspetto da ricordare nel momento in cui si parla di come scegliere le carte prepagate estere riguarda le comissioni per i tassi di cambio. Detto questo, vediamo alcune delle alternative più interessanti quando si parla di carte prepagate estere.

Carte prepagate internazionali: quali sono le migliori?

Dopo aver chiarito che le carte prepagate estere sono sicure, vediamo un attimo alcune delle principali alternative.

Carta N26

In questo caso, si chiama in causa una carta prepagata legata a una banca tedesca. Operante su circuito Mastercard, permette all’utente di usufruire di notifiche push ogni volta che viene effettuato un’acquisto. Facciamo altresì presente che si tratta di una carta prepagata compatibile con Apple Pay.

Carta Viabuy

Quando si chiama in causa questa carta prepagata estera, è necessario ricordare la possibilità di richiederla online senza bisogno di passare da una verifica della propria solvibilità. Emessa da una società che ha sede nel Regno Unito, è dotata di IBAN e non è associata ad alcun conto corrente.

Travel Cash

Concludiamo parlando di una carta prepagata dedicata in maniera specifica ai residenti in Svizzera e a chi, viaggiando, si ferma per un po’ nel territorio elvetico. Associata al circuito Mastercard, è dotata di codice IBAN, non richiede un conto corrente d’appoggio e può essere richiesta in pochi click dal sito di Swiss Bankers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *