Novità INAIL: ecco cosa sta succedendo

Novità INAIL: di cosa si tratta di preciso? Se sei qui, significa che vuoi sapere qualcosa di più in merito. Per scoprire la risposta, non ti resta che proseguire nella lettura di questo articolo.

INAIL: ampliato l’elenco dei farmaci per il rimborso delle spese sanitarie per infortunio

La principale novità INAIL delle ultime settimane chiama in causa la circolare n° 5 del 4 febbraio 2021. In questa comunicazione, si mette in primo piano l’ampliamento dell’elenco dei farmaci assunti in caso di infortunio.

Entrando nel vivo delle indicazioni INAIL, facciamo presente che è possibile chiedere il rimborso dei farmaci entro dieci anni dal loro acquisto. Essenziale è che i suddetti medicinali rientrino nell’elenco dei farmaci considerati necessari ai fini del miglioramento del quadro psico-fisico causato dalla patologia contratta in contesto lavorativo.

Proseguendo con l’elenco dei dettagli della circolare, ricordiamo che, nell’ambito di essa, si sottolinea che i destinatari della prestazione sono gli assistiti INAIL che si trovano in stato di inabilità temporanea assoluta.

Inoltre, sono da annoverare nell’elenco anche coloro i quali si sono visti riconoscere i postumi stabilizzati, questo a prescindere dal grado. Per quanto riguarda l’elenco sopra citato, ricordiamo che è contenuto nell’allegato 1 della circolare.

Da non dimenticare è il fatto che, con questa circolare, sono state annullate le disposizioni contenute nelle comunicazioni emesse precedentemente dall’INAIL. A questo punto, è naturale chiedersi quali siano i farmaci nuovi precedentemente citati. Ecco l’elenco:

  • Capillaroprotettori
  • Antimicotici per uso topico
  • Neuromodulatori per via parentale
  • Spray nasali caratterizzati dalla presenza di argento proteinato (sia con sia senza acido ialuronico e soluzione ipertonica)
  • Antistaminici
  • Spray nasali
  • Antivirali oftalmici (sotto forma sia di gel sia di colllirio)
  • Antistamici e decongestionanti
  • Gastroprotettori
  • FANS

Un aspetto molto importante sul quale soffermarsi riguarda il fatto che sono ammessi nel novero dei farmaci rimborsati anche medicinali non inclusi in questo elenco ma in grado di garantire, nel caso in cui si ha a che fare con una malattia di origine professionale, i medesimi effetti.

Vincolante è ovviamente il parere del medico, che deve dichiarare la necessità di un determinato farmaco al fine del recupero completo della salute psico-fisica del singolo assistito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *