Vecchi dollari di valore: quali sono i più ricercati?

Vecchi dollari di valore: quali sono i pezzi più ricercati? Se ti stai facendo domande in merito, nelle prossime righe di questo articolo puoi trovare diverse informazioni preziose sul tema, utili per avvicinarti al mondo della numismatica.

Dollari che valgono tanto: quali sono?

Quando si parla di dollari del passato dal valore esorbitante, un doveroso cenno deve essere dedicato alle numerose monete da 1 centesimo coniate tra la fine del XIX secolo e i primi scampoli del XX.

Un caso esemplare al proposito è quello del cosiddetto Lincoln Penny del 1914. Quando lo si nomina si inquadra, come è chiaro dal nome stesso, una moneta da 1 centesimo di dollaro caratterizzata dalla presenza, su una delle facce, del volto del Presidente Lincoln.

Coniata in oltre 4 milioni di esemplari, non ha dalla sua la rarità ma ha una peculiarità che la rende unica: lo stato di conservazione che, nella maggior parte dei casi, è eccellente, con ovvi vantaggi riguardanti il pregio estetico e il valore che, nel 2006, in occasione di un’asta, ha raggiunto una cifra di circa 95mila euro.

Quando si parla di vecchi dollari che valgono tantissimo, un doveroso cenno deve essere dedicato anche al cosiddetto Lincoln Penny on Steel. Anche in questo caso, la rarità non è il tratto che contraddistingue questa moneta. Parliamo infatti di un pezzo che è stato coniato in 430 milioni di esemplari. A renderla particolare è il materiale: siamo infatti davanti a una moneta risalente al 1944 che è stata coniata utilizzando l’acciaio invece che il rame.

Quanto vale oggi? A un’asta del 2007, un collezionista è riuscito ad aggiudicarsela a una somma in dollari equivalente a circa 103mila euro!

Facciamo un altro salto indietro nel tempo parlando dei cosiddetti Indian Penny, coniati nel 1872 in oltre 4 milioni di pezzi e, a causa della contingenza economica dei tempi, conservatesi in condizioni eccellenti.

Questo è un oggettivo vantaggio per il valore, che può arrivare a circa 113mila euro (parliamo sempre del risultato finale di un’asta risalente alla metà degli anni 2000). Come è chiaro dal nome, questi dollari del passato sono contraddistinti dalla presenza, su una delle facce, del profilo di un nativo americano. Sull’altra, invece, figura il valore nominale della moneta circondato da una corona d’alloro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *