La strana scritta sulla moneta che vale 20 mila euro: FOTO

Le monete sono sempre state oggetto di discussione sul nostro sito web ed all’interno di questo articolo potrai scoprire una scritta particolare che si trova su alcuni pezzi ricercati. Ovviamente più ricercato è un pezzo e più viene pagato dai collezionisti. Vi sono delle monete che vengono coniate infatti per ricordare determinati eventi o avvenimenti, e poi ce ne sono alcune completamente sbagliate.

E’ stato così infatti per i due centesimi sbagliati, ovvero quelli che segnano “1 cent” al posto del reale valore. Ne abbiamo parlato nei giorni scorsi proprio sul nostro sito e quella moneta potrebbe valere addirittura 3000 euro. In questo articolo però andremo a parlare di un altro particolare che potrebbe aumentare a dismisura il proprio valore.

Nel momento in cui le monete vengono messe in circolazione, e quindi vengono coniate dalla Zecca di Stato, accade che possano esservi anche altri errori di conio. Non per forza questi sono ben visibili, spesso si può trattare anche di piccoli segni o, addirittura, di scritte particolari che non sono state eliminate.

E’ il caso delle 200 Lire del 1977 che sono state emesse, ovviamente, in quell’anno e per le quali vi è stato appunto questo errore di conio. Infatti le prime che vennero messe in circolazione avevano la scritta “prova” ben visibile sul fronte della moneta. Con molta probabilità chi le aveva in mano nemmeno se ne accorgeva se non glielo dicevano ma questo è un errore che potrebbe portare la moneta a valere addirittura 20 mila euro.

Oggi il suo valore sta aumentando a dismisura infatti a causa del fatto che sono passati più di quaranta anni dalla data di emissione e per questo motivo il grado di rarità della moneta è aumentato. Ovviamente, parallelamente alla sua rarità aumenta anche il valore e la quotazione della moneta. Come già detto, infatti, alcuni esperti sottolineano che questa moneta potrebbe tranquillamente essere rivenduta a più di 20 mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *