Hai i cinque centesimi con il Colosseo? Ecco perchè valgono 500 euro

Un nuovo articolo di approfondimento per la nostra categoria legata al collezionismo. In questo pezzo andiamo a parlare dei cinque centesimi con il Colosseo. Si tratta di una moneta molto utilizzata e soprattutto che tutti abbiamo all’interno del nostro portafogli. Ciò che però fa pensare è il fatto che, in alcuni casi, potrebbe valere anche 500 euro.

Come spesso ripetiamo infatti esistono alcune monete rare che nel giro di diversi anni potrebbero incrementare il proprio valore. Molti sono infatti i collezionisti che provano ad avere tutti pezzi più strani e ricercati e tra questi vi sono anche i cinque centesimi con il Colosseo. Sul fronte abbiamo la scritta del valore della moneta, mentre sul retro si trova appunto il Colosseo attorno alle dodici stelle che rappresentano i paesi dell’Unione Europea. Poi, in alto, il monogramma della Repubblica Italiana segnato con le lettere “R” ed “I” che sono sovrapposte. Infine si trova il segno di Zecca.

Sulla moneta da cinque centesimi con il Colosseo vi si trova anche la scritta di chi l’ha progettata, ovvero Ettore Lorenzo Frapiccini. Il materiale utilizzato è l’acciaio ricoperto dal rame. Il diametro è di 21,25 millimetri mentre il peso di quasi 4 grammi: per la precisione 3,9. Ma adesso passiamo alla parte più interessante ed andiamo a scoprire perchè i cinque centesimi con il Colosseo valgono 500 euro.

Il pezzo più ricercato di questa moneta è quello emesso nel 2003 e che è classificato, appunto, come non comune. Questa, diversamente da tutti gli altri è stata distribuita in meno di 2 milioni di pezzi. Proprio per questo motivo dunque oggi potrebbe valere addirittura 500 euro. Chiaramente dovete essere sicuri che la moneta da cinque centesimi con il Colosseo sia di quell’anno e soprattutto sia in condizioni perfette. Come spesso ripetiamo, infatti, anche un piccolo segno o macchia potrebbe far abbassare il suo valore e farvi guadagnare di meno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *