La moneta da due euro che vale 7500 euro: ecco qual è

Le monete da due euro sono sempre state fonte di ispirazione per il nostro sito e per nuovi argomenti da trattare. Per questo motivo abbiamo scelto nuovamente di tornare su questo argomento e vedere nello specifico una moneta rara che potrebbe cambiare la vita di chiunque. Nel corso degli anni, infatti, alcune monete iniziano ad incrementare il proprio valore grazie al fatto che vengono emesse in piccole quantità o che vengono rilasciate per ricordare determinati eventi o personaggi. E’ il caso dei due euro del Vaticano.

Nello specifico la moneta di cui parliamo in questo articolo è quella dei due euro di Giovanni Paolo II. E’ stata ideata da Gabriella Titotto e riproduce un bellissimo ritratto di Papa Wojtyla, ovvero Papa Giovanni Paolo II che è morto nei primi anni del 2000. A far da sfondo al ritratto del Papa abbiamo anche la Cattedrale di Wadowice, ovvero quella dove vi è stata la Presentazione della Beata Vergine e dove fu battezzato il Papa. A completare la moneta abbiamo anche l’immagine della sua casa.

Il significato di questa moneta è molto profondo. Infatti si può notare una stella a otto punte che è il simbolo della Vergine Maria. Proprio a lei Giovanni Paolo II era molto devoto ed a lei dedico il Pontificato. Inoltre questa stella è nello stesso momento anche il sole, che viene parzialmente oscurato da un’eclissi. Infatti, coincidenza incredibile, sia nel giorno della nascita che della morte si verificò appunto un’eclissi solare.

Quanto valgono i due euro di Giovanni Paolo II? Inizialmente il loro valore non superava i 100 euro ma con il passare degli anni questa moneta ha iniziato ad aumentare le proprie quotazioni e vi sono alcuni esperti di numismatica che sottolineano come possa facilmente arrivare anche a 7500 euro. Insomma potrebbe essere arrivato il momento di iniziare a cercare questa moneta e metterla al sicuro attendendo di poterla vendere a cifre esorbitanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *