Fino a 3000 euro se hai questo francobollo: ecco quale cercare

Ogni giorno vi deliziamo con un nuovo articolo relativo alla numismatica ed al mondo del collezionismo. In questo nuovo approfondimento andiamo a parlare dei francobolli rari e sicuramente possono diventare degli importanti oggetti per guadagnare molti soldi. E’ risaputo infatti che alcuni di questi pezzi abbiano incrementato il proprio valore oltre al grado di rarità.

Proprio per questo motivo esistono alcuni pezzi di francobolli rari che valgono tantissimo e da un momento all’altro possono cambiare la nostra vita in meglio. Andiamo dunque a vedere di cosa stiamo parlando nello specifico. Vi ricordiamo sempre che, trovare in casa un oggetto raro, può certamente essere un qualcosa di molto importante ma bisogna sempre fare attenzione allo stato di conservazione. Se tale oggetto, infatti, mostra dei segni o delle imperfezioni può sicuramente valere molto di meno.

Francobollo da 3000 euro

Nell’articolo odierno facciamo il punto sul Penny Black, un francobollo che è stato emesso nel 1840 in Inghilterra. Ha una caratteristica molto particolare. Infatti questo è stato il primo francobollo adesivo di tutta la storia mondiale della filatelia. Per questo motivo il suo valore è veramente molto elevato.

E’ stato stampato, come detto, in Inghilterra e precisamente a Londra. Era il 1840 ed è un importantissimo pezzo da collezionismo in tutto il mondo. Se un numismatico possiede un Penny Black ha tra le mani un vero e proprio tesoro d’epoca che viene tramandato di generazione in generazione.

Questo francobollo, come sottolineano anche molti esperti, ha cambiato addirittura la storia della comunicazione ed oggi se lo troviamo in casa in uno stato di conservazione buono può arrivare a farci guadagnare anche più di 3000 euro. Per riconoscerlo ci basterà trovare il viso della Regina Vittoria II. Su di esso inoltre non vi si trova, diversamente dai francobolli odierni, il paese d’origine. In giro sono diversi i pezzi di questo francobollo raro ma, nonostante ciò, in suo valore resta comunque costante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *