Queste monete da 200 Lire valgono 17 mila euro: controlla se le hai

Continua sempre spedito il nostro approfondimento sul mondo della numismatica. Tantissimi i collezionisti che in questi giorni stanno riuscendo ad arricchire il proprio portflolio di monete rare e per questo motivo elenchiamo quotidianamente le più ricercate. In questo articolo andiamo a parlare di una particolare moneta da 200 Lire che è stata in uso nella seconda metà del secolo scorso e che oggi ha raggiunto un valore altissimo.

Diverse sono state infatti negli anni le monete da 200 Lire che la Zecca di stato ha messo in distribuzione in tutta Italia. La prima è arrivata nel 1977 ed il suo peso era di 5 grammi con un diametro di 2,4 centimetri. Era in Bronzital ed oggi è molto ricercata. Il suo valore non è ancora elevatissimo però e si ferma intorno ai 100 euro. Certo è che dobbiamo comunque essere certi che sia in buone condizioni perché, altrimenti, potrebbe perdere importanza e soprattutto valore.

Vi è però una vera e propria corsa all’oro quando parliamo delle 200 Lire del 1977 perché esiste una versione molto particolare che può farci arricchire da un giorno all’altro. Infatti, se tra le nostre vecchie monete dovessimo trovarne una che presenta la scritta “Prova” allora ci possiamo ritenere veramente fortunati. E’ una delle prime versioni ad essere stata emessa e per errore fu messa in circolazione.

Per questo motivo oggi vi sono alcune persone che tra le mani hanno un vero e proprio tesoro e non se ne rendono conto. Cercare le 200 Lire del 1977 e trovare quella con la scritta “Prova” significa guadagnare almeno 17 Mila euro. Il problema è dato dal fatto che si tratta di un vero e proprio errore di conio e per questo motivo sono molto pochi i pezzi in circolazione. Ma ci sono.

Inizia a cercare questa moneta rara, dunque, e potresti essere il prossimo fortunato a guadagnare tantissimi soldi grazie ad un clamoroso errore compiuto molti anni fa dalla Zecca di Stato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *