Hai ancora le 100 Lire di queste annate? Ecco quanto valgono

Una nuova guida dedicata al valore delle 100 Lire è quello che abbiamo pensato di proporvi con questo articolo. Si tratta di una delle monete più conosciute in Italia e probabilmente ai più giovani vengono in mente pochi tipi di questo particolare tipo. In realtà sono state coniate numerose tipologie di 100 Lire ed è per questo che adesso andremo a vedere quali sono quelle che valgono di più.

Come abbiamo più volte sottolineato la Zecca di Stato ha emesso annualmente tantissime nuove monete ed alcune di queste, nel corso del tempo, hanno incrementato il proprio valore. E’ il caso di alcune tipologie delle 100 Lire. Il primo tipo di questa moneta che viene in mente a tutti è la Minerva. E’ stata emessa per la prima volta nel 1954 nella versione di prova. Si trovava infatti proprio tale scritta sulla moneta ma per questa è stata vietata la collezione. Inoltre, proprio di quella versione, non è mai stata messa in circolazione nessuna moneta.

A questo punto la prima moneta da 100 Lire che è stata distribuita in Italia è stata quella coniata nel 1955 e che è stata prodotta fino al 1989. Realizzata in Acmonital si contraddistingue per il suo contorno rigato. Il peso è di circa otto grammi per un diametro poco più basso dei 28 millimetri.

Il valore di queste emesse nei primi anni hanno un valore molto elevato e proprio quelle emesse nel 1955 possono addirittura superare gli 800 euro se le abbiamo ancora in Fior di Conio. Se invece hanno qualche problema allora potrebbero anche valere molto di meno.

Come abbiamo detto vi sono comunque molte altre versioni delle 100 Lire. Un esempio sono quelle coniate dal 1957 al 1961 che oggi valgono veramente tanti soldi. Non arrivano al valore della prima tipologia ma riescono tranquillamente a piazzarsi intorno ai 650 euro. Una cifra piuttosto considerevole per una monetina che pesa poco meno di otto grammi.

E’ sempre giusto sottolineare, così come abbiamo già detto, che alcune monete possono valere tantissimi soldi solo in caso di condizioni perfette. Infatti se dovessimo recarci da un collezionista con una moneta rara che però presenta dei problemi, allora potrebbe perdere molto del suo valore reale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *