Attenzione a mangiare troppo aglio: ecco cosa può accadere

L‘aglio è un ingrediente naturale che contiene tantissimi benefici e proprietà. Ma attenzione a mangiarne troppo perché gli effetti indesiderati non saranno di certo positivi. Ecco cosa può succedere!

Benefici aglio

L’aglio ha sempre diviso l’opinione di tutti considerando il suo odore e gusto molto particolari  e non gradito da tutte quante le persone. In linea generale però è una pianta dalla proprietà terapeutiche che ha attraversato i secoli e interessato le popolazioni antiche: gli schiavi in Egitto lo usavano come energizzante naturale, mentre i medici della cultura popolare lo impiegavano per la sua azione ricostituente e antiparassitaria.

In Grecia era utilizzato durante i Giochi Olimpici per migliorare le prestazioni degli atleti, mentre nel Medioevo era l’ingrediente principale per creare un antibiotico dalle grandi proprietà curative. Oggi come ieri la pianta dell’aglio possiede non pochi benefici che sono i seguenti:

  • Ha un’azione anticoagulante naturale grazie al suo contenuto di Alicina che gli dona tantissime proprietà antibatteriche naturali e anti infettive. Si usa per contrastare le infezioni e rinforza il sistema immunitario colpito dai malanni del cambio stagione: è un antibiotico naturale a tutti gli effetti.
  • Ha un’azione regolatrice benefica per il sistema cardiovascolare e aiuta a mantenere la pressione del sangue regolare. L’aglio è un elemento naturale che lavora dall’interno per favorive la vasodilatazione e combattere l’ipertenzione. Una assunzione graduale e giornaliera potrebbe essere consigliata dai professionisti del settore proprio per controllare la pressione sanguigna, tonificando tessuti e circolazione.
  • Ha un’azione purificatrice per il fegato e abbassa notevolmente il colesterolo. L’aglio viene da sempre associato ad una prevenzione in merito alle malattie del fegato: possiede infatti tantissime proprietà purificantie il suo consumo regolare tiene sotto controllo il colesterolo, contrastando gli enzimi che lo producono.
  • Ottimale anche per chi soffre di diabete considerando il suo alto contenuto di aminoacidi essenziali che svolgono l’azione diretta dell’insulina. Il livello di glicemia nel sangue è tenuto sotto controllo e molto valido in caso di alcune patologie più o meno gravi.
  • Da non dimenticare la sua azione antibatterica naturale. Come anticipato ha un effetto diretto già utilizzato dagli antichi ed è un ottimo aiuto per il sistema gastrointestinale soprattutto in presenza di diarrea.
  • Sgonfia e aiuta a riattivare il metabolismo lento.
  • In caso di male ai denti l’aglio sfodera la sua azione antibiotica e antibatterica se applicato sulla zona di interesse. Non solo, perché aiuta anche ad alleviare il dolore acuto.

Fa male mangiare troppo aglio?

Ma tutti questi benefici hanno anche delle controindicazioni? Fa male mangiare troppo aglio? Anche questo rimedio naturale può comportare degli scompensi soprattutto se assunto in dosi oltre a quelle consigliate.

Alcuni soggetti – inoltre – non dovrebbero mai consumare questo ingrediente naturale ovvero chi soffre di gastrite – ulcera – tiroide e allergie ai suoi componenti. In linea generale i sintomi che vengono percepiti sono nausea – vomito – diarrea e male allo stomaco.

L’allergia da aglio è possibile e molti soggetti manifestano una eruzione cutanea importante accompagnata da problemi all’apparato respiratorio. Sconsigliato in gravidanza e in allattamento, conferendo dolori addominali al neonato. Chiedere sempre consiglio al proprio medico di fiducia prima di assumerlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *