Fino a 350 mila euro se trovi questo francobollo raro: FOTO

In un mondo che va sempre più a rotoli ci sono sempre più persone che riescono a guadagnare veramente tanti soldi grazie agli oggetti rari. In questo articolo andremo a parlare di un francobollo di valore che negli anni ha incrementato il proprio pezzo. Non è molto difficile poter trovare nelle nostre case qualcosa di particolare che potrebbe farci veramente diventare ricchi.

Come per le monete rare anche per la filatelia un francobollo può diventare di valore per diversi motivi. Innanzi tutto per il numero di pezzi che sono stati emessi al momento di distribuzione ma anche per l’obiettivo per il quale è stato emesso. Se infatti si tratta di un pezzo messo in circolazione per un particolare personaggio o per un evento particolare allora lo stesso potrebbe veramente valere tantissimi soldi.

Andiamo adesso a scoprire comunque qual è il francobollo italiano più di valore. Stiamo parlando del famosissimo “Error of Colour” ed è stato emesso in Sicilia nel 1859. Questo è considerato addirittura uno dei francobolli più rari del mondo. Il problema deriva dal fatto che è stato stampato in colore blu invece che in arancione. Proprio quest’ultima è una delle cause che portano ad aumentare il valore di un francobollo.

Un possibile errore potrebbe infatti poter far lievitare il prezzo in maniera veramente assurda e per questo motivo, se doveste averlo in casa, potreste totalmente cambiare vita. Attenzione comunque alle condizioni del vostro francobollo di valore. Infatti un qualsiasi collezionista potrebbe sicuramente calare il vostro prezzo, e quindi il vostro guadagno, se il francobollo dovesse avere dei problemi o delle possibili macchie come i segni di utilizzo.

A questo punto ci servirà sapere come riconoscere questo francobollo. Eì stato emesso, come già detto, nel Regno di Sicilia nel 1859 ed è stato utilizzato per tanto tempo. Sul fronte vi è il viso di Garibaldi ed il suo valore è elevatissimo. Alcuni esperti sottolineano come possa addirittura superare i 350 mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.