Allerta Postepay e Paypal: ecco cosa sta succedendo

La moneta elettronica è spesso associata a strumenti come bancomat, carte e bonifici ma la vera diffusione risulta essere spesso “invisibile”, ma presente nei nostri smartphone e computer: servizi come Paypal e Postepay, da anni oramai molto comuni e diffusi seppur piuttosto diversi.

Diffusione

Paypal è sinonimo di affidabilità, in quanto da anni ha sviluppato una politica di trasparenza sui trasferimenti digitali di denaro, che non necessitano credenziali personali per essere ultimate, riducendo così il rischio della perdita dei dati. Allo stesso tempo è sempre più utilizzata da venditori privati e da aziende, ma anche per i semplici “passaggi di denaro”.

Postepay rappresenta invece un diffusissimo servizio basato su carte prepagate, che dai primi anni 2000 hanno avuto enorme diffusione nel nostro paese, abituando parte della popolazione all’uso di moneta elettronica.

Addio a Postepay e Paypal: ecco cosa sta succedendo

E’ possibile aprire un conto Paypal in modo completamente gratuito e anche buona parte delle commissioni oltre una certa soglia non presentano costi veri e propri. La società statunitense ha recentemente comunicato una novità del servizio che prevede un “costo” di 10 euro gli account inattivi da almeno un anno. Ciò è già stato comunicato a numerosi utenti, e anche se questa “tariffa eventuale” può essere facilmente evitata effettuando almeno un pagamento all’anno, molti conti effettivamente inutilizzati sono legati a carte prepagate, e ciò può portare a carte “svuotate” di 10 euro.

Per quanto riguarda Postepay il servizio risulta completamente gratuito dal punto di vista del “canone” (solo la Evolution presenta un costo annuo di 12 euro, essendo l’unica della categoria munita di IBAN), ma molto presto potrebbero aumentare le commissioni relative ai prelievi di contante attraverso ATM.

Se questi infatti sono gratuiti dagli uffici postali abilitati, la tariffa di commissione è pari a 1 euro presso gli sportelli ATM Postamat ma pul arrivare fino a 1,75 se effettuato attraverso un ATM Bancario.

postepay paypal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.