Allerta sui libretti postali: pazzesco, ecco cosa succede in Italia

I libretti postali non sono altro che una versione “semplificata” dei libretti di risparmio bancari, ossia una delle forme più utilizzate di risparmio di denaro in maniera automatica e sicura, dai costi di gestione non particolarmente alti. Quelli postali rappresentano da molti anni (addirittura dal 1875) un modo semplice e sicuro per mettere al riparo i propri risparmi evitando tra le altre cose lo stagnamento del denaro, ossia la progressiva perdita di potere d’acquisto della moneta.

Sono emessi e regolarizzati dalla Cassa depositi e prestiti S.p.A. , garantiti dallo Stato italiano e non hanno costi di apertura e chiusura del libretto, ed essendo dotati di codice IBAN, hanno sostanzialmente la funzione di un “salvadanaio” vero e proprio.

Allerta sui libretti postali: pazzesco, ecco cosa succede in Italia

I libretti postali permettono anche di generare un minimo interesse sulla quantità di denaro, rappresentando quindi una possibilità di “muovere” soldi a basso rischio. Trattandosi di uno strumento estremamente semplice e comodo da utilizzare, a cadenza regolare Poste Italiane deve gestire il fenomeno dei libretti dormienti, ossia quelli non movimentati dal titolare da più di 10 anni, non sottoposti a procedimenti o blocchi operativi che ne impediscano la movimentazione delle somme e che abbiano un saldo superiore a 100 euro.

I titolari di un libretto postale dormiente (è possibile consultare l’elenco completo attraverso questo indirizzo) riceveranno, o hanno già ricevuto un avviso di dismissione di questi conti dormienti nei prossimi mesi da parte di Poste Italiane, avvertendo la propria clientela ad inviare una comunicazione all’indirizzo riportato nella lettera ricevuta oppure ad effettuare operazioni a valere sul Libretto entro il termine indicato nella comunicazione stessa.

Qualora questo non avvennisse, il libretto dormiente verrà chiuso e l’importo sarà devolo Fondo gestito dal Consap, anche se in seguito il titolare potrà far richiesta di “rimborso” per riavere indietro l’intera somma.

libretti postali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.