Queste categorie potranno andare in pensione prima: ecco la lista

Il sistema pensionistico del nostro paese è in “subbuglio”  da diversi anni, a causa di diverse misure di uscita del lavoro che sono state rapidamente adottate ma quasi immediatamente criticate perchè non vantaggiose per ogni tipologia di contribuente.

Si tratta di un argomento “spinoso” dovuto anche parzialmente alla situazione demografica: da diversi anni l’Italia affronta il problema del calo delle nascite, sommato ad una speranza di vita sempre più lunga.

Queste categorie potranno andare in pensione prima: ecco la lista

Per questi motivi l’età pensionabile è sempre più alta, e in attesa dei provvedimenti da parte dell’esecutivo. Una delle forme più chiacchierate dell’ambito pensionistico è stata Quota 100, sostituita fino al 2022 dalla variante Quota 102, che può essere richiesta da ogni contribuente che possa vantare 64 anni di età anagrafica e 38 anni di contributi.

Sono state prorogate due forme di pensionamento anticipato, ossia Opzione donna ed Ape Sociale.

Opzione donna può essere utilizzata dalle donne che hanno maturato almeno 58 anni di età (dipendenti) o 59 anni (autonome) e con almeno 35 anni di anzianità contributiva. Il tutto è possibile attraverso due “finestre mobili” necessarie per il perfezionamento dei criteri di ammissione alla pensione anticipata donne. Per le dipendenti è valida una fino a 12 mesi, 18 mesi per le autonome.

Prorogata anche Ape Sociale (che è una sorta di indennità, più che una pensione) che risulta rivolta a coloro che abbiano almeno 63 anni di età ed hanno accumulato almeno 30 anni di contributi, oltre a far parte di alcune specifiche categorie come i disoccupati, invalidi civili con grado di invalidità maggiore al 74% e chi si occupa di attività di“caregivers”, ossia alla gestione di un familiare in condizione di gravità fisica e/o mentale.

Necessari almeno 36 anni per i lavoratori addetti ad attività “gravose” (per alcune specifiche categorie di lavori “gravosi” previste dalla normativa, il requisito è fissato a 32 anni di contributi).

Questa “dura” 12 mesi ed erogata direttamente dall’Inps, pari alla pensione certificata al momento della richiesta ma in ogni caso non potrà essere superiore a 1.500 euro.

pensione prima Come pensione in anticipo ricevere in anticipo la pensione? Ecco 3 cose da sapere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.