Attenzione ai documenti falsi INPS: ecco come riconoscerli

L’INPS, ossia l’Istituto nazionale della previdenza sociale è uno dei più importanti enti dello stato italiano perchè adibito al sistema lavorativo e contributivo del nostro paese. Qualsiasi tipologia di lavoratore deve esservi obbligatoriamente iscritto per generare contributi ed ambire ad un qualsiasi tipo di pensione.

Si tratta di uno degli organi legati allo stato italiano più antichi in assoluto essendo stato concepito negli ultimi anni del 19° secolo, nonchè uno di quelli in rapido cambiamento.

Digitalizzazione

Anche l’INPS infatti ha dovuto accellerare nel giro di pochi anni il proprio sistema di gestione, orientandosi sempre di più sul digitale, anche perchè quasi ogni forma di bonus e agevolazione viene gestita proprio dall’ente, a lungo considerata troppo “antica” come entità. Da qualche anno tuttavia è possibile “sbrigare” la maggior parte delle richieste e presentare le domande direttamente dal proprio smartphone o personal computer, attraverso il portale telematico dell’INPS.

Attenzione ai documenti falsi INPS: ecco come riconoscerli

Ciò ha portato ad un numero sempre maggiore di utenti autonomi ma anche ad un netto incremento delle varie problematiche: un traffico in aumento ha creato blocchi veri e propri sul sistema, con l’impossibilità di accedere al portale.

Ancora più rilevante la questione messaggi falsi, che sfruttano la tecnica del phishing: uno dei più conosciuti simula il contenuto di una presunta comunicazione ufficiale dell’INPS, che mette in allerta la vittima, esortandola al contempo ad aprire documento allegato alla comunicazione

E’ assolutamente sconsigliabile precedere in tal senso: il file in questione non è altro che un pericoloso malware, ossia una sorta di programma dannoso per il nostro dispositivo che può mettere a repentaglio in maniera anche molto seria i nostri dati sensibili, anche se non scegliamo di inserirli. La stessa INPS ha messo in allerta la propria utenza attraverso i canali ufficiali: “Attenzione! Stanno circolando false email da INPS con #allegati in formato .zip contenenti un malware che, una volta aperto, si installa producendo danni, rubando ed eliminando dati o sottraendo informazioni riservate”.

Ecco un esempio tangibile di questo messaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.