Il tuo ordine Amazon è stato annullato: ecco cosa può accadere, attenzione

Amazon è l’e-commerce per eccellenza in cui si trova qualsiasi tipo di prodotto presente sul mercato. La merce varia da capi di abbigliamento, a prodotti tecnologici fino a trovare a prodotti alimentari. Perciò, è praticamente impossibile non vedere alcun articolo che ci interessa. E diventa ancora più difficile evitare di mettere un prodotto sul carrello e pigiare il tastino “acquista”. Ma se dovessimo scoprire che l’articolo scelto, inserito nell’ordine, è stato annullato, cosa dovremmo fare?

La prima cosa da fare è non farsi prendere dal panico perché con Amazon acquistiamo anche la garanzia di un servizio clienti sempre pronto e disponibile a risolvere qualsiasi intoppo. Qualora ci fossimo affidati a un venditore esterno e non avessimo ricevuto alcuna comunicazione in merito, possiamo far valere i nostri diritti esercitandoli tramite e-mail.

Ordine Amazon annullato: come procedere

Gli articoli su Amazon possono essere acquistati in due modi completamenti diversi: direttamente dal magazzino di Amazon oppure tramite un venditore esterno. Il processo di acquisto sarà il medesimo. Ciò significa che quando andremo a sistemare l’articolo desiderato sul carrello e invieremo l’ordine, seguiremo una procedura che sarà uguale in entrambi i casi.

A cambiare possono essere le spese di spedizione e i giorni di consegna. Solitamente, quando si acquistano i prodotti presenti nel magazzino di Amazon si riceve la merce in uno, massimo due giorni. Le spese di spedizione, se siamo abbonati al servizio di Amazon Prime, sono gratuite; in caso contrario si aggirano intorno a qualche euro.

Con l’acquisto tramite il venditore esterno i giorni di consegna possono salire notevolmente. Questo succede perché il venditore può trovarsi all’altro capo del mondo e per consegnare la merce, soprattutto durante la pandemia, ci vogliono dei tempi tecnici che possono variare in base alla giacenza in dogana. Allo stesso modo, possono lievitare le spese di spedizione che devono essere pagate, dipende dalla politica del venditore, anche se si usufruisce del servizio di Amazon Prime.

Può capitare che l’ordine venga annullato o che il venditore si rifiuti di vendere un singolo articolo presente nell’ordine. Perché accade? Può succedere per diversi motivi, tra cui il più frequente è l’errore di prezzo. Ma può anche verificarsi un errore di giacenza: il venditore riceve l’ordine ma è sprovvisto dell’articolo.

Come comportarsi nei casi sopra citati

Di solito, quando l’ordine viene cancellato o l’articolo non viene consegnato arriva una comunicazione da parte del venditore a spiegazione del gesto. Raramente succede con i prodotti che si acquistano direttamente nel magazzino di Amazon essendo il processo automatizzato e, di conseguenza, tarato per evitare gli errori.

In ogni caso, basterà contattare il venditore e, se questo non si palesa, il servizio clienti di Amazon. Saranno loro a procedere in tempi brevi alla restituzione dell’importo speso e a rivalersi sul venditore. Può succedere anche che il venditore ci contatti per restituirci i soldi e poi sarà lui a sistemare la transazione con Amazon. Per contattare il servizio clienti di Amazon si può utilizzare il telefono o la comunicazione via chat. Per approfondimenti saranno loro a richiamare al telefono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.