Fate attenzione quando pagate con il POS: ecco cosa accade

I POS, ossia Point of Sale, i terminali adibiti al passaggio di informazioni tra carta di pagamento ed esercente, in sostanza rappresentano i punti di pagamento mobili per effettuare pagamenti digitali attraverso circuiti come Visa, Mastercard e Bancomat.

In una società come quella attuale, che mira a diventare sempre più libera dal contante, la funzione del POS è fondamentale, e anche per questo gli ultimi governi hanno “favorito” politiche atte a migliorare l’integrazione presso i professionisti. Un esempio è dato dal Bonus Bancomat, deciso dall’attuale governo Draghi da circa un anno, che di fatto ha ridotto le commissioni sui piccoli importi e di favorire l’acquisto della strumentazione relativa.

Fate attenzione quando pagate con il POS: ecco cosa accade

Anche il POS come le carte di pagamento ha subito una vera e propria evoluzione: una su tutte, l’aggiunta della tecnologia contactless, che permette il passaggio di denaro senza utilizzare il PIN, per le transazioni fino a 50 euro, favorendo sopratutto le piccole transazioni.

I POS sono sempre più piccoli e non più “costretti” da un sistema cablato ad operare: ecco perchè conviene utilizzare sempre un portatessere/portafogli dotato di schermatura RFID per evitare pagamenti “non voluti”, magari attraverso POS “nascosti”  e portati in prossimità di borse, zaini e simili.

L’esecutivo Draghi ha posto particolare attenzione sull’importanza dei pagamenti tramite POS, al punto di aver già deciso per l’obbligo di questi strumenti per qualsiasi forma di professionista, esercente o libero professionista. In realtà questo esiste dal 2013 ma la multa agli inadempienti doveva diventare operativa dal 1° gennaio 2023, ma è stata recentemente anticipata di 6 mesi la sanzione amministrativa per qualunque esercente/professionista non munito di POS o che manifesti l’intenzione di non utilizzarlo, a partire dal 30 giugno 2022.

La sanzione amministrativa pecuniaria risulta essere pari a 30 euro, aumentata del 4% del valore della transazione negata. L’anticipo di questa decisione è avvenuta con una modifica della bozza del decreto Pnrr 2 autorizzato dal Consiglio dei ministri.

pos errore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.