Libretti postali, quando non è possibile prelevare? Attenzione

Istintivamente quando pensiamo ad un metodo “sicuro” per conservare i nostri risparmi, che non sia semplicemente “metterli sotto il materasso”, vengono in mente realtà che da secoli fanno parte delle società come le banche, che mettono a disposizione varie tipologie di conti correnti ma tipologie di strumenti come i libretti di risparmio. I libretti postali sono sostanzialmente la stessa cosa, che hanno alcune peculiarità particolari in fatto di costi e possibilità.

Da oltre un secolo infatti i libretti postali sono molto utilizzati in quanto di facile gestione, a fronte di costi molto bassi (quando non addirittura nulli) anche se non permettono lo stesso numero di servizi di un conto corrente vero e proprio.

Libretti postali, quando non è possibile prelevare? Attenzione

Da qualche anno Poste Italiane mette a disposizione formalmente due forme di libretto postale, abbastanza simili nel loro funzionamento finale ma che presentano una “forma” differente: c’è quello Ordinario, ossia la forma più tradizionale che permette di versare e prelevare attraverso tutti gli uffici postali attraverso la Carta Libretto. La stessa viene utilizzata anche dai possessori del Libretto Smart, che prevede un azzeramento quasi totale di ogni forma di strumento cartaceo, utilizzando al contrario l’applicazione telematica Bancoposta.

In entrambi i casi la Carta Libretto, una forma di tessera simile ad una prepagata ma che a differenza di quest’ultima non può essere utilizzata direttamente per gli acquisti ma solo per controllare/prelevare attraverso gli ATM Postali, ossia quelli presenti in prossimità degli uffici postali.

Può risultare impossibile prelevare in specifici orari in cui il servizio PostaMat risulta “in manutenzione”: si tratta della fascia oraria notturna compresa tra le  2.00 e le 4.00 del 2° giorno lavorativo della settimana, mentre tutti gli altri giorni ciò può essere impossibile solo per 10 minuti a partire dalle 2 di notte.

Ricordiamo che esiste un limite di prelievo giornaliero di 600 euro e uno mensile di 2500 euro.

Libretti postali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.