Bollette salatissime luce e gas, incredibile aumento: ecco la data

Con il termine “bollette” si fa solitamente un riferimento alle fatturazioni legate alle forniture di energia, generalmente quelle più importanti, come luce, gas e acqua. Essendo risorse assolutamente fondamentali per qualsiasi tipologia di cittadino, è innegabile che il tema rincari, particolarmente chiacchierato in questo inizio di 2022, che da subito è iniziato a “tenere banco” anche politicamente parlando. Dallo scorso dicembre ARERA, il principale ente italiano adibito alla gestione dell’energia del nostro paese, ha infatti segnalato dei profondi rincari che hanno influito parecchio a  partire dall primo trimestre dell’anno.

Aumenti

La motivazione è da ricercarsi in fattori, non solo quella prettamente socio-politica che sta inevitabilmente imperversando: vi è stato prima di tutto un netto aumento della domanda energetica mondiale dovuta alla ripresa post Covid-19, che unito alle difficoltà di importazione ed espeortazione delle risorse principali, hanno portato le bollette a subire un rincaro medio de 50 % rispetto al periodo equivalente del 2021. Anche se il governo ha provveduto a potenziare e rinnovare le varie agevolazioni, sopratutto per le fasce più basse, è evidente che gli sforzi a breve termine non saranno sufficienti.

Nel corso delle settimane infatti, attraverso il decreto Energia stipulato dal governo Draghi, sono stati ufficializzati provvedimenti di vario tipo, tra cui il famoso Bonus Bollette, ossia una forma di agevolazione che si applica in automatico sulle fatture di luce e gas per i contesti familiari con un ISEE minore di 12.000 euro, limite che sale a 20.000 per le famiglie considerate “numerose”, ossia con almeno 4 figli a carico. Questo bonus avrà effetto per tutto il resto del 2022.

Bollette salatissime luce e gas, incredibile aumento: ecco la data

In generale i rincari sono stati leggermente ridotti in senso generale, ma gli importi, se relazionati con il medesimo periodo del 2021 sono comunque sensibilmente più elevati, mediamente del 25-30 %. E’ inevitabile che anche con una non meglio precisata conclusione del conflitto in Ucraina, i rapporti con la Russia, uno dei principali esportatori di risorse adibite all’energia, l’Europa, Italia compresa dovrà inevitabilmente attrezzarsi. E’ probabile che questo comporterà delle bollette sensibilmente anche più alte di quelle attuali a partire dalla prima parte del 2023.

Bollette luce e gas Bollette controllare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.