Pensione anticipata per le nate dopo tale anno: è possibile?

Il concetto di pensione anticipata non è assolutamente legato solo al contesto attuale, ma anche è stato iniziato ad essere concepito diversi decenni or sono. La motivazione è legata ad una necessità di fornire un sistema per lasciare il mondo del lavoro prima dell’età pensionabile anche se  questo non è possibile per tutte le categorie professionali. L’età pensionabile del resto risulta essere sempre più alta (quella “media” attuale è pari a 67 anni, confermata fino al 2024), in concomitanza con l’innalzamento della speranza di vita che nel nostro paese è sempre più elevata. A tutto ciò va sommato un diffuso problema legato alla decrescita demografica, ecco perchè risulta sempre più difficile andare in pensione.

Pensione anticipata per le nate dopo tale anno: è possibile?

Tuttavia i governi più recenti provano a “risolvere” parzialmente questa problematica, attraverso l’istituzione della pensione anticipata attraverso varie forme di “uscita”. Una su tutte è strettamente legata alle lavoratrici donne, e seppur risulti essere non stata confermata (almeno per ora) in via ufficiale anche in futuro rappresenta una delle soluzioni più chiacchierate in tema di pensionamento anticipato.

Si tratta di Opzione Donna, un sistema di pensionamento che tiene conto sia dell’età anagrafica, sia del calcolo contributivo. Nello specifico permette alle lavoratrici dipendenti con 58 anni di età e 35 di contributi e alle autonome con 59 anni di andare in pensione, anche se questa forma comporta un “taglio” sull’assegno finale di circa il 25 % rispetto alla naturale pensione.

Bisogna tenere conto della cosiddetta “finestra mobile”,  finestra di 12 mesi per le lavoratrici dipendenti o 18 mesi per le autonome: nel 2022 le donne nate nel 1962 o 1963 possono chiedere Opzione donna ma  il primo assegno sarà percepito rispettivamente a 60 e 61 anni, proprio a causa del sistema della finestra mobile, che prevede questo lasso di tempo tra l’accettazione della “domanda” e la prima erogazione effettiva della pensione.

E’ probabile che Opzione Donna diventi “fissa” a partire dall’anno prossimo, dietro opportune modifiche.+

pensione anticipata