Hai questo libretto postale? Potresti essere ricco

Il Risparmio postale per mette ogni anno di fatturare un’importante quantità di fondi da parte di Poste Italiane, ente che oltre a garantire i servizi postali, da oramai molti anni mette a disposizione diversi strumenti finanziari di ogni forma. Alcuni sono di natura relativamente recente, come Banco Posta e Postepay, che hanno avuto una diffusione capillare a partire dall’inizio del nuovo secolo, mentre il libretto postale risale addirittura a più di un secolo fa come concezione, ma non per questo il successo del libretto si è affievolito, anzi.

Strumento diffuso

Tra le motivazioni che hanno decretato la popolarità del libretto vi è sicuramente la facilità di utilizzo ed il “legame” con le pensioni erogate attraverso Poste Italiane, attraverso il “benestare” dell’INPS, che in molti casi fanno ricorso proprio ai libretti postali, in due forme molto simili contcettualmente parlando, ossia lo Standard e lo Smart. Il libretto non ha costi veri e propri ne di apertura ma neanche di gestione e può essere utilizzato in qualsiasi momento anche attraverso l’app Banco Posta (nel caso dello Smart). Le uniche spese sono relative all’imposta di Bollo, pari a 34.20 euro l’anno, ma solo a fronte di una giacenza media di almeno 5000 euro annui.

Hai questo libretto postale? Potresti essere ricco

I libretti possono essere anche fonte di guadagno: Poste Italiane ogni anno deve fare i conti con quelli in scadenza, ossia i libretti postali che non presentano utilizzo e “movimentazione” per almeno 10 anni, e che hanno come saldo almeno 100 euro. Poste Italiane ha messo a disposizione un link specifico per visionare i libretti che, a partire dal prossimo 21 giugno, saranno irrimediabilmente chiusi se non preventivamente movimentati dai titolari stessi. Dopo la chiusura il denaro viene spostato su un fondo Consap.

In molti casi i libretti dormienti, come sono definiti, rappresentano strumenti aperti molti anni prima ma “dimenticati” sopratutto da anziani, e alcuni sono particolarmente “ricchi”.

libretto postale 200 euro Libretto dematerializzato dormienti libretti postali