Hai questi libretti postali? Potresti diventare ricco: ecco quali sono

In un contesto storico oramai contraddistinto da una certa tendenza a favorire i pagamenti digitali, le banche da tempo hanno iniziato un processo di rinnovamento piuttosto importante sopratutto perchè formalmente necessario. Anche Poste Italiane da tempo ha contribuito ad una transizione di questo tipo ed ha sicuramente influito anche “culturalmente” nell’abituare una larga fetta dei propri clienti alla moneta elettronica attraverso Postepay, una delle forme di prepagate più comuni nel nostro paese. Andando “molto più indietro nel tempo”, anche un altro strumento sta trovando nuova linfa nell’utilizzo, ossia il libretto postale Si tratta di una forma di strumento che fa parte del risparmio postale, e che per facilità di utilizzo risulta essere particolarmente gradito da una platea molto ampia di cittadini.  I libretti postali possono far guadagnare?

Hai questi libretti postali? Potresti diventare ricco: ecco quali sono

Possono sviluppare un guadagno? In alcuni casi si, anche se non dal punto di vista degli interessi accumulati, perchè a differenza dei buoni fruttiferi, la soglia di guadagno è molto bassa. Analogamente ai conti corrente, e a qualsiasi altra forma di strumento analogo, va incontro ad una sorta di “stand by” dovuto all’inutilizzo, che precede la dismissione del libretto. In sostanza, se un libretto postale che conta un saldo di almeno 100 euro non viene utilizzato per un lasso di tempo di almeno 10 anni, Poste Italiane inizia ad attivarsi per organizzare la dismissione del libretto, non prima di aver mandato una comunicazione scritta al titolare di ogni libretto dormiente, per consigliare una movimentazione prima della scadenza, concretizzata il prossimo 21 giugno.

Se questo non avviene, ogni libretto dormiente sarà soggetto ad una chiusura definitiva e gli importi saranno destinati ad un fondo CONSAP, gestito dallo stato. Da questo fondo è comunque possibile ottenere nuovamente il proprio denaro attraverso una richiesta scritta. Tutti i libretti dormienti sono “riscontrabili” presso QUESTO indirizzo.

Se conosciamo qualcuno che potrebbe aver dimenticato di movimentare il proprio libretto, siamo ancora in tempo per avvisarlo.

libretti postali