Questo libretto postale vale €300.000: ecco quale. “Assurdo”

Il contesto del risparmio postale appare ricco e diversificato come non mai a partire dallo scorso decennio, merito della diffusione di prodotti come Postepay, che hanno indubbiamente contribuito a diffondere il concetto di carta di pagamento anche all’italiano medio. Da anni inoltre Poste Italiane ha sviluppato una serie di servizi finanziari associabili a quelli bancari: uno su tutti risulta essere il libretto postale che è anche una delle prime forme di risparmio postale concepiti in senso assoluto.

Risparmio delle Poste

Si tratta in buona sostanza di uno strumento che permette di “gestire” e “conservare” il proprio denaro in maniera “telematica”, in maniera non dissimile ad un conto o ad una qualsiasi forma dai libretto di risparmio. Il vantaggio del libretto postale è riscontrabile nella semplicità di gestione e dai costi praticamente nulli, visto che non sono presenti tariffe o simili ma si paga esclusivamente l’imposta di bollo pari a 34,20 euro per le giacenze medie calcolate su base annua di 5000 euro o importo superiore. Essendo dotati di IBAN possono essere utilizzati per ricevere lo stipendio e la pensione. Inoltre godono di una sorta di “garanzia” da parte dello stato Italiano e non sono pignorabili.

Questo libretto postale vale €300.000: ecco quale. “Assurdo”

Possono essere fonte di guadagno? La risposta è si, perchè essendo molto diffusi, spesso tendono ad essere “ignorati” a distanza di anni e “dimenticati” anche dagli utilizzatori. Ecco perchè ogni anno Poste Italiane si trova a gestire un numero importante di libretti postali che dopo 10 anni di completo inutilizzo, diventano dormienti. Entro una data prestabilita, i libretti che presentano questa condizione (e che possono essere riattivati semplicemente recandosi presso un ufficio postale oppure presentando una dichiarazione scritta presso Poste Italiane. Se questo non avviene entro il prossimo 21 giugno, tutti i libretti dormienti saranno dismessi definitivamente, anche quelli che risultano essere associati a cifre importanti: attraverso il portale ufficiale dei libretti postali, dove sono riscontrabili ancora quelli dormienti, alcuni sono particolarmente danarosi: se conosciamo qualcuno che potrebbe averli dimenticati, è l’occasione di “farsi avanti”.

libretto postale 200 euro Libretto dematerializzato dormienti libretti postali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.