Cosa succede se non pago queste bollette? Ecco la risposta

Il “nodo” relativo alle bollette è di “antica” concezione, almeno concettualmente: saldare correttamente e nelle giuste tempistiche le fatture legate alle forniture energetiche principali, sopratutto gas e luce, costituisce una problematica ed una preoccupazione che attanaglia milioni di cittadini italiani, sopratutto in questo specifico contesto storico, che ha visto il governo correre ai ripari per scongiurare almeno in parte, il pericolo dei rincari, dovuti sopratutto alla problematica relativa alle risorse alla “base” di queste forniture, principalmente petrolio e gas naturale.

Sempre più persone inevitabilmente si ritroveranno in difficoltà a pagare le bollette, ma cosa succede se non pago le bollette?

Cosa succede se non pago queste bollette? Ecco la risposta

Fino a non troppo tempo fa per quanto riguarda le forniture più importante, ossia proprio energia e gas, veniva “provocato” un distacco completo. Oggi, se non si paga una determinata fornitura oltre la data di scadenza, solitamente viene fornito un lasso di tempo fino a 20 giorni per permettere all’utente di risolvere le proprie morosità. Per quanto riguarda le forniture energetiche della luce molti fornitori fanno pagare, in caso di pagamenti in ritardo, delle somme aggiuntive corrispondenti sulla fattura successiva.

Se il pagamento non avviene oltre i 20 giorni dalla scadenza, le società provvedono ad avvisare preventivamente, tramite una raccomandata con ricevuta di ritorno un sollecito, dove viene specificato il termine ultimo per evitare il distacco completo. Le società elettriche provvedono ad una riduzione fino al 15% della fornitura originale. Se il pagamento continua a non essere effettuato, 15 giorni dopo dall’inizio di questa “riduzione”, il distacco sarà completo.

Per permettere di “riattivare” la fornitura bisogna saldare preventivamente tutte le fatture accumulatesi e la morosità aggiuntiva.

Alcune categorie di cittadini, ad esempio chi percepisce il Bonus Sociale disagio fisico non possono avere il “distacco”, e le bollette che risultano aver superato i termini di prescrizione, concetto che abbiamo già trattato separatamente in modo preciso e definito.

bollette