Quanto valgono i 2 euro del Vaticano? La risposta è sconvolgente

Vuoi sapere quanto valgono i 2 Euro del Vaticano? Come forse immagini, non esiste una risposta univoca a questa domanda, perché le emissioni da 2 Euro del Vaticano sono molte, e diverse tra loro. La circolazione degli Euro del Vaticano è sottomessa ad una legislazione speciale. Dal 2010 e solo in seguito ad un accordo con l’UE firmato l’anno prima, Città del Vaticano ha iniziato ad emettere e distribuire monete da 0,50 € che vengono utilizzate nei negozi vaticani con l’idea di destinare alla circolazione il 51% di tutta la produzione monetaria.

Il resto della produzione è destinata in pratica solo al collezionismo e dall’arrivo dell’Euro, la moneta da 2 utilizzata per i coni commemorativi è diventata una delle passioni dei collezionisti numismatici di tutta Europa. In tiratura rigorosamente e molto limitata, la vendita avviene praticamente sempre in buste e scatole scelte appositamente per rendere ancor più memorabile il conio.
Andiamo a scoprire i 2 Euro del Vaticano più importanti.

2 Euro del Vaticano: cosa rappresentano

Cominciamo col dire che oggi la 2 Euro “corrente”, ma prodotta solo per il collezionismo, di Città del Vaticano porta al centro lo stemma di Papa Francesco, questo perché il pontefice qualche anno fa chiese di non venire più raffigurato sulle monete. Questa moneta, coniata dal 2017 ad oggi, vale tra i 20 e i 30 Euro ad esemplare.

La monete da 2 Euro commemorative coniate da Città del Vaticano sono oggi già arrivate al numero di 25, prodotte  dallo stato ecclesiastico a partire dal 2004 ad oggi. Lo Stato pontificio non manca di alternare, come soggetti dei propri coni commemorativi, temi ecclesiastici cattolici ed altri legati alla storia dell’Arte e della cultura italiane,  delle quali è stato indubbio protagonista attraverso il proprio sconfinato patrimonio artistico.

Soltanto per fare alcuni esempi in tal senso ricordiamo da un lato le monete dedicate al 50° anniversario della morte di Padre Pio, ai 2000 anni della nascita di San Paolo, o al 100° Anniversario della nascita di Papa Giovanni Paolo II, e dall’altro quelle dedicate ai 450 Anni dalla nascita di Caravaggio, al restauro della Cappella Sistina, ai 700 Anni dalla morte di Dante Alighieri o ancora al XXV Anniversario del crollo del muro di Berlino (nel quale Papa Giovanni Paolo II ebbe un forte ruolo diplomatico, ndr).

I 2 Euro del Vaticano di maggior valore

La moneta da 2 Euro di Città del Vaticano più preziosa oggi è quella coniata nel 2005 per per celebrare la Giornata Mondiale della Gioventù svoltasi a Colonia, in Germania. Moneta prodotta in soli 100mila esemplari, raggiunge oggi una valutazione già superiore ai 300 euro, cifra che supera regolarmente nelle vendite all’asta. Parliamo chiaramente della moneta perfettamente conservata in Fior di Conio, così come emessa.

Nel guardare oggi al valore delle monete da 2 Euro di Città del Vaticano si scopre facilmente che sono le meno recenti a valere qualcosa in più. Superano la valutazione di 100 euro tutte le prime quattro: oltre a quella della GMG di Colonia, rientrano in questo range la moneta del 2006 dedicata alle guardie svizzere (152 Euro), quella del 2007 dedicata all’80° compleanno di Papa Benedetto XVI (100 Euro) e  quella del 2004 dedicata al 75° anniversario della fondazione dello Stato della Città del Vaticano.

Tutte le altre monete, dal 2008 in avanti, partono da un valore di circa 65 Euro e arrivano ai 27 Euro, valore della moneta dedicata al restauro della Cappella Sistina, emessa nel 2019.

2 Euro Grace Kelly