Presto le banconote dell’euro scompariranno: ecco da quando

Se hai saputo che le banconote dell’euro presto scompariranno, sicuramente ti stai chiedendo perché. Nonostante la crisi socio-economica di portata internazionale, e le spinte spesso anche molto forti per un ritorno all’emissione di una moneta nazionale, non si tratta di un passo indietro nelle politiche economiche dell’Italia.

La sparizione delle banconote dell’Euro a cui ci riferiamo è un probabilissimo nuovo avvicendamento tra le serie già prodotte e distribuite negli anni passati, e una nuova serie che è oggi in fase di studio e che dovrebbe arrivare nel prossimo futuro. Una decisione che ha molti fattori alla base e che proveremo a spiegarvi in questo articolo.

Nuove banconote euro: perché le altre scompariranno?

La Banca Centrale Europea ha annunciato nello scorso mese di dicembre il lancio di un gruppo di studio con alte personalità del mondo europeo per la realizzazione di una nuova serie di banconote dell’Euro. Le motivazioni alla base di un ulteriore rinnovo sono numerose. Innanzitutto la necessità di soddisfare la domanda sempre costante di contante da parte dei cittadini dell’UE. Nonostante l’utilizzo sempre più diffuso della moneta elettronica, utilizzo e usura delle banconote pongono sempre nuove sfide.

Proprio l’usura è uno degli altri temi: c’è necessità di produrre meno rifiuti da banconote, e quindi trovare materiali più resistenti in modo che il ricambio sia meno frequente. Questo creerà nuove problematiche legate alla falsificazione e all’appeal del contante nel suo utilizzo quotidiano. Appeal che è necessario avere anche nei confronti delle nuove generazioni: materia di studio è anche la creazione di una serie di banconote che attragga i giovani e che non crei disaffezione verso la moneta. Sembra un “plus”, ma i coni di alcune monete del passato che non hanno incontrato il favore dei cittadini sono lì a testimoniarne l’importanza.

Ecco quando ci sarà il cambio

Non ci sono ancora notizie ufficiali, ma stante la chiusura del gruppo di studio al 2024, la probabile sostituzione delle banconote dovrebbe avvenire a partire dal 2025. Si tratta di voci e speculazioni che nascono a partire dal fatto che un tale processo dovrebbe portare nel giro di breve tempo dalla sua chiusura alle novità anche nella vita pratica e quotidiana dei cittadini dell’Unione Europea.

Pare che sia allo studio anche la possibilità di eliminare, così come già fatto per la banconota da 500 Euro, anche il pezzo da 200 euro. La scelta sarà presa, qualora fosse così, anche per aiutare cittadini e stati a rispettare le norme antiriciclaggio, che oggi impongono lo stop alle transazioni in contanti superiori a mille euro. In effetti la banconota da 200 euro già circola poco e ritirarla non dovrebbe costituire una problematica insormontabile per le persone e le aziende.

banconote euro