Hai questo gettone telefonico di zinco? Il valore è altissimo!

“L’epopea” del gettone ha avuto diffusione prevalentemente nella parte centrale del 20° secolo, ed ha costituito una parte importantissimo nell’ambito della comunicazione, in quanto ha permesso l’affermazione completa e capillare di uno strumento oggi completamente trasformato come il telefono. Il ruolo del gettone è stato molto pratico, ossia quello di sostituire le monete nell’utilizzo dei telefoni pubblici, in quanto i gettoni non avevano un valore definito ma il costo è stato adattato all’inflazione del momento. Vanno quindi considerati più come degli strumenti che come denaro ma sono assolutamente collezionabili come le monete vere e proprie. La storia italiana del gettone è molto interessante ed un particolare tipo di esemplare in zinco, realizzato in pochissimi esemplari.

Hai questo gettone telefonico di zinco? Il valore è altissimo!

I gettoni telefonici sono stati coniati con leghe metalliche non pregiate in quanto come accennato poc’anzi, si tratta soprattutto di strumenti, quindi è stato fatto largo uso di rame, ottone, alpacca (una lega comune soprattutto nella prima metà del secolo scorso) e zinco. La prima forma di gettone telefonico italiano è stato concepito dalla Stipel nel 1927 e messo a disposizione per i visitatori della Fiera Campionaria di Milano, a scopo dimostrativo.

La Stipel, che nel corso degli anni diventerà una delle principali aziende telefoniche del paese prima di confluire nella Sip nel 1964. La concessionaria è stata anche la prima a sviluppare la prima forma di cabina telefonica italiana.

Tra le varie forme di gettone telefonico “marchiato” Stipel, spicca proprio quello in zinco realizzato all’inizio degli anni 30 ma molto raro. Infatti la valutazione supera i 250 euro se l’esemplare è in condizioni particolarmente buone ma garantisce un guadagno di almeno 120 euro se in buono stato, visto il valore collezionistico importante.

Come si intuisce dall’immagine sottostante, l’esemplare reca i tratti tipici del gettone pre standard, con la scritta della concessionaria in bella vista.

gettone zinco