Hai il gettone telefonico 6410? Il valore è assurdo

Il gettone telefonico è stato concepito all’inizio del 20° secolo per venire incontro ad una necessità vera e propria, ossia quella di mettere a disposizione telefoni pubblici in un contesto ancora a “digiuno” in tal senso. La forma dei gettoni ricorda quello delle monete, ma rispetto a queste ultime, si tratta di oggetti senza un valore nominale, in quanto il prezzo è stato gradualmente modificato nel corso degli anni per stare al passo con l’inflazione. Da semplice strumento per telefonare a oggetto collezionistico il passo è stato abbastanza breve e ancora oggi un gettone trovato non costituisce qualcosa di così raro. Però alcuni esemplari sono più rari di altri e quindi più remunerativi.

Hai il gettone telefonico 6410? Il valore è assurdo

La forma e la “sostanza” del gettone sono cambiati molto nel corso dele 20° secolo, contesto storico che li ha visti assoluti protagonisti almeno fino alla diffusione della telefonia mobile, ma la stragrande maggioranza è stata coniata dal 1959 al 1980 ed è stata utilizzata fino al 2001, anno in cui le cabine telefoniche sono state gradualmente dismesse.

Tutti questi gettoni sono riconoscibili per le 4 cifre presenti su un dei lati, cifre che rendono facile comprenderne l’età precisa in quanto le prime due indicano l’anno e le ultime due il mesee. Quindi il gettone che presenta i numeri 6410 è stato coniato nel 1964 nel mese di ottobre, il numero 10.

Questi oggetti hanno avuto una grandissima diffusione in particolare dagli anni 50 fino agli anni 80, quando sono stati rapidamente scalzati dalle tessere telefoniche, più pratiche.

Tra quelli più rari spicca la rara variante che non presenta il segno della zecca e che quindi può valere sensibilmente di più della media di 5-15 euro, in quanto la valutazione per un esemplare particolarmente ben tenuto di questo tipo, come da foto, può far guadagnare fino a 75 euro e rendere felici un collezionista accanito.

gettone telefonico