Sterlina, ripresa dopo il “dietrofront” del governo. Ecco cosa è successo

Il contesto economico e sociale attuale appare come qualcosa di profondamente complicato da gestire, dopo due anni abbondanti di Covid, con il contesto legato alla guerra in Ucraina e tutti gli strascichi relativi, che hanno minato profondamente la stabilità economica, anche per i governi nazionali, in particolar modo quelli “entranti”, come dimostrato dal crollo di valore della sterlina, la storica valuta britannica che gode di una grande importanza coommerciale e politica.

Sterlina, ripresa dopo il “dietrofront” del governo. Ecco cosa è successo

La sterlina infatti ha subito un calo importante nel valore nella seconda metà del mese di settembre 2022, in concomitanza con l’insediamento della nuova premier Truss, subentrata dopo le dimissioni di Boris Johnson, necessarie dopo la sfiducia palesata nei suoi confronti.

La nuova premier ha infatti deciso di optare per un radicale taglio delle tasse, incentrato in particolar modo per le fasce più “alte” della popolazione, ma questo è avvenuto in una tempistica troppo stretta e repentina che ha di fatto spaventato i mercati contribuendo a far crollare in modo decisivo la valutazione della sterlina, ridotta sotto i minimi storici nell’ultimo quinquiennio. Il piano prevedeva di ridurre il prelievo sull’aliquota del 45% che si applica sui redditi sopra i 150.000 sterline l’anno, coinvolgendo circa l’1% dei contribuenti del Regno, però non è stato percepito come positivo, come ammesso dalla stessa premier che non ha finora fatto “dietro front” in maniera definitiva ma ha  sostanzialmente messo in ghiaccio la proposta, e questo è bastato per far risalire la fiducia nella valuta nazionale, che è ritornata su un tasso di cambio equiparabile a 1,15, considerando euro-sterlina.

La Banca centrale inglese ha rimandato ogni decisione sui tassi al prossimo meeting del 3 novembre, altre decisioni saranno prese nel corso del mese di ottobre, probabilmente il nuovo capo del governo adotterà una politica meno approssimativa come è stata oramai considerata dallo stesso esecutivo.

sterlina euro