Trova questa banconota da €10 e guadagni tantissimi soldi: ecco quale

Dal punto di vista collezionistico le banconote comunitarie hanno rappresentato una enorme ventata di novità rispetto alle precedenti utilizzate dalle nazioni europee, anche se ciò ha contribuito a “normalizzare” idealmente il denaro del continente in maniera importante. La carta moneta infatti, rispetto alle monete metalliche è tendenzialmente meno varia da paese a paese in quanto per l’occasione sono state scelte raffigurazionii architettoniche di varia natura ma che non fanno capo a monumenti reali. Sulle banconote da €10 sono infatti presenti delle fattezze di architettonica di stile medievale ma questi esemplari sono riconoscibili soprattutto per la colorazione rosso-magenta che è stata mantenuta in entrambe le versioni.

Trova questa banconota da €10 e guadagni tantissimi soldi: ecco quale

La banconota da €10 infatti esiste in due versioni, anche se oramai la prima, che fa parte della serie disponibile dal 2002, è stata gradualmente sostituita dallo scorso decennio dall’attuale serie Europa, che ne ha mantenuto le forme e dimensioni della precedente.

Si tratta di una delle banconote più diffuse visto il valore non eccessivo ma non una delle più falsificate (è in terza posizione dopo le banconote da €20 e €50). Una €10 con un seriale particolare come ad esempio consecutivo (es. S5555555 rappresenta un esemplare unico e può valere anche centinaia di euro, se in ottime condizioni) ma anche quelle “specchiate” ossia con il seriale sdoppiato (es S1234543321) sono fonte di interesse per i collezionisti.

La più rara e preziosa tra le banconote da €10 è comunque la Specimen, parte di un numero estremamente limitato di banconote stampate per conto della Banca Centrale Europea per scopi principalmente diplomatici, oppure per essere donate al presidente di turno. Si tratta quindi di esemplari che non hanno un vero valore effettivo, ma collezionistico sicuramente e sono riconoscibili per la vistosa scritta Specimen collocata su ambo i lati, in diagonale

Il valore è quindi per forza di cose interessante: un esemplare in buono stato vale almeno 800 euro, ma può arrivare fino a 1300 euro se in condizioni perfette.

10 euro