Lo smartphone non si carica? Ecco perchè!

La ricarica degli smartphone moderni rappresentano qualcosa di estremamente importante, a fronte di un contesto che fa richiesta di disposittivi sempre più efficienti, carica che in alcune situazioni può essere difficile da portare a termine.

Lo smartphone non si carica? Ecco perchè!

La prima cosa da controllare, nel caso non funzionasse più la ricarica, è il cavo che usiamo. Che sia originale o un cavo equivalente, poco importa: prima o poi, che tu lo voglia o no, smetterà di funzionare!

Ovviamente sono più affidabili i ricambi originali, ma con i prezzi che offrono si può optare ogni tanto anche per una sottomarca. L’importante è che sia di buona qualità.

E se non fosse il cavo il problema, in rari casi può essere l’adattatore che usate. Potete controllare la sua funzionalità confrontandolo con altri adattatori, e provandolo con altri cavi.

Se con tutte queste opzioni non siete ancora riusciti a ricaricare il vostro telefono, ho una brutta notizia per voi. Forse è l’ora di cambiare batteria!

Da quando i telefoni sono diventati piccoli computer, le batterie sono messe sempre più a dura prova! Per questo la loro vita è sempre più breve, soprattutto per chi usa intensamente il telefono. Ed è proprio la batteria, a volte, ad essere la causa del tuo problema.

Può capitare che la batteria, arrivata alla fine del suo ciclo, non si ricarichi più. Questo accade per quei telefoni più recenti che contengono, come tutti i computer portatili, i software di protezione della batteria. Questi hanno una funzione importante: quando si accorgono che la batteria è quasi esaurita, o ha qualche guasto, bloccano la funzione della ricarica per evitare spiacevoli incidenti!

In questi casi, c’è poco da fare: cambia la batteria il prima possibile, per evitare guai ancor più gravi.

Prima dell’era dei telefoni moderni, le batterie si potevano togliere molto facilmente e sostituire con pezzi originali a prezzi davvero bassi. Adesso non è più così semplice, ma ottime guide online spiegano come sostituire in proprio la batteria difettosa.

E’ una buona idea fare uso di un piccolo stuzzicadenti, magari “aiutato” dall’azione di una bomboletta di aria compressa, in corrispondenza dell’entrata del caricabatterie, che può essere anche ostacolato da polvere e sporcizia.

smartphone carica