Pensioni ottobre 2022, aumenti in vista: ecco a chi spettano

Il nuovo governo appare ancora in “fase di costruzione” anche se la coalizione, al netto di varie difficoltà interne, dovrà per forza di cose sviluppare una forza in grado di governare e prima possibile porre rimedio alle scadenze impellenti dei provvedimenti già esistenti oltre a svilupparne di nuovi. In particolare, sono due i temi principali che vertono tipo “spada di Damocle” sulla popolazione italiana, quella legata alle bollette e gli stipendi/pensioni. Per il mese di ottobre 2022 in ogni caso sono stati già concepiti alcuni aumenti, legati tuttavia ad una soglia di reddito, e sono quindi ottenibili solo da una fetta di popolazione italiana.

Pensioni ottobre 2022, aumenti in vista: ecco a chi spettano

L’esecutivo Draghi ha già sviluppato diverse forme di riqualificazione del denaro per contrastare almeno in parte l’aumento del “caro vita”, aumentando sensibilmente gli importi in busta paga e nelle pensioni.

Come specificato in una nota dell’INPS il provvedimento legato alle pensioni porterà quelle di ottobre novembre e dicembre le pensioni fino a 2.962 euro lordi avranno un aumento che sarà del 2% per la quota fino a 2.097,40, dell’1,80% per quella fino a 2.621,75 euro e dell’1,50% per quella fino a 2.962 euro lordi. Si trattano quindi di aumenti sensibilmente maggiori per chi percepisce importi minori.

L’ultima forma del Decreto Aiuti infatti ha anticipato la perequazione delle pensioni, una sorta di “riequilibratura” di queste ultime in relazione al costo della vita, cosa che generalmente avviene alla fine di ogni anno solare.

La funzione ulteriore più rilevante sarà anche quella di anticipare la rivalutazione rispetto a gennaio di un ulteriore 2% sulla base dell’inflazione 2022, che è in aumento netto rispetto al 2021 e ancora di più se paragonata a quella del 2020.

Gli aumenti saranno concepiti per le mensilità di ottobre, novembre, dicembre e tredicesima e sarà identificato da una specifica voce di cedolino denominata “Incremento D.L. Aiuti bis”.

Subiranno questi aumenti le pensioni legate alla previdenza pubblica, gestione da lavoro autonomo, gestione sostitutiva, esonerativa, esclusiva, integrativa; pensione diretta, indiretta e  di reversibilità.

pensione Pensioni ottobre maggio anticipata soldi 20 anni maggio