Telepass, ecco cosa NON fare se manca il secondo “bip”

Telepass rappresenta una tecnologia che da ogni punto di vista può essere considerata un successo assoluto fin dai primi anni di applicazione, perchè ha sostanzialmente adibito al ruolo concepito inizialmente, e che mantiene tutt’ora. Telepass costituisce il nome di un’azienda legata ad Atlantia (sostanzialmente Autostrade per l’Italia) ma anche la tecnologia brevettata dalla fine degli anni 80 da due ingegneri, che pochi anni dopo hanno messo a punto la prima forma di pagamento del pedaggio automatizzato che anche oggi ha sostanzialmente mantenuto la tecnologia dotata di transponder, che segnala l’avvenuto passaggio del veicolo. Ma cosa fare se “manca” il secondo bip?

Telepass, ecco cosa NON fare se manca il secondo “bip”

Telepass infatti ha un funzionamento che è cambiato poco nel corso degli anni. Il dispositivo che viene mantenuto a bordo del veicolo “comunica” proprio con due suoni acuti, uno al momento dell’entrata del casello, e uno identico quando il veicolo ha comunicato il passaggio correttameente al ricevitore.

Se non viene effettuato il primo “bip”, ciò indica una probabile problematica tecnica che può essere legata ad esempio ad un malfunzionamento del casello o nel nostro dispositivio ad esempio in virtù di batterie scariche, condizione che può verificarsi dopo 1 o 2 anni di uso intensivo (le batterie sono sosituibili gratuitamente presso un Punto Blu).

Se il suono “mancante” è il secondo, è probabile che può essersi verificato la medesima problematica, in questo caso la sbarra può non alzarsi come di consueto. Non bisogna assolutamente procedere in retromarcia per cambiare casello, in quanto questa operazione è severamente proibita dal codice della strada, e può costare diverse centinaia di euro di multa oltre a diversi punti in meno sulla patente.

La procedura corretta è legata all’uso del bottone rosso presente in corrispondenza di ogni Telepass. Questo ravvisa la problematica all’operatore che potrà garantire il passaggio manualmente. Se la problematica si ripresenta è consigliabile verificare lo stato del dispositivo.

telepass