Hai la sterlina d’oro con re Giorgio? Ecco quanto puoi guadagnare

La sterlina è una delle valute più importanti ed “influenti” del contesto mondiale, status che permane anche oggi, in pieno 21° secolo, sia concettualmente e praticamente, in quanto uno dei simboli della forza di quello che è stato a lungo l’impero britannico è da ricerarsi proprio nel valore della sterlina, oggi molto apprezzata anche dal punto di vista collezionistico grazie alle emissioni d’oro, dette anche Sovrane per via della raffigurazione del re o della regina di turno che capeggia sul dritto. La sterlina d’oro ha avuto una “carriera” lunga ma discontinua in quanto per diversi secoli non è stata più prodotta ma dalla fine della seconda guerra mondiale la produzione è ricominciata ed una delle più rare è quella che reca il volto di Giorgio VI, ossia il padre di Elisabetta II, sovrano reso anche famoso dall’immaginario collettivo dal film Il Discorso del Re.

Hai la sterlina d’oro con re Giorgio? Ecco quanto puoi guadagnare

Nel periodo tra le due guerre mondiali la produzione delle sterline d’oro fu praticamente sospesa anche in virtù dell’uscita dal sistema aureo da parte del Regno Unito, ecco perchè esistono pochi esemplari (meno di 6000) e quelli reealizzati nel 1937 fanno parte esclusivamente della selezione Proof, ossia monete sviluppate unicamnente per i collezionisti. La produzione delle sovrane di fatto ricomincio proprio con la scomparsa del sovrano britannico, e con la salita al trono di Elisabetta II, in quanto nel dopoguerra la Zecca Reale iniziò a sviluppare nuove versioni anche per contrastare l’importante numero di falsi.

L’emissione con il “re balbuziente” quindi sia molto rara che molto importante dal punto di vista storico: il profilo del sovrano è “nudo” ossia senza corona, posto di profilo, mentre l’altro lato è dominato dalla raffigurazione di San Giorgio che uccide il drago.

Il valore per una moneta perfettamente conservata, nel proprio cofanetto può raggiungere i 5000 euro.

sterlina giorgio