Bitcoin, rialzo in corso: dove può arrivare nel 2023?

La valutazione ma anche la “natura” di Bitcoin ha rappresento qualcosa di estremamente importante per buona parte del 2020 e 2021, contesti temporali influenzati dal successo in crescente aumento delle criptovalute in senso generale, anche a fronte di una maggiore informazione e volontà di investire in valute alternative a quelle conosciute. Bitcoin manco a farlo apposta ha raggiunto il proprio picco massimo di valore proprio nel corso del 2021, toccando la soglia di 69.700 dollari per singolo token, numeri che non sono stati più raggiunti da allora.

Bitcoin, rialzo in corso: dove può arrivare nel 2023?

Bitcoin è assolutamente importante sotto ogni punto di vista anche perchè costituisce la prima forma di criptovaluta ad aver trovato diffusione anche tra gli investitori comuni, anche in virtù di piccoli investimenti. Anche se sono chiamate criptovalute, in realtà risorse come Bitcoin non sono accomunabili per conformazione a qualsiasi forma di valuta tradizionale in quanto non sussiste una forma di controllo da parte di banche, governi o generica autorità in merito al valore e alla “sicurezza” di queste risorse. Il valore è determinato unicamente dalla più tradizionale legge del mercato, che vede Bitcoin e tutte le altre crypto nate successivamente salire e scendere di valore in base a quest’unico fattore, il che rende le criptovalute molto “volatili”.

Il valore in questo periodo ha manifestato una leggero rialzo, che ha portato i BTC, i “token” di Bitcoin a valere poco più di 20 mila dollari, dopo diverse settimane in cui questa soglia è stata raramente superata. Molti esperti parlano di un effetto “occhio del ciclone” in questi mesi, il che significa una tendenza ribassista che dovrebbe anche accentuarsi nel corso delle ultime battute del 2022, rappresentando quindi il momento giusto di acquistare, per poi subire una profonda risalita oltre i 30 mila dollari nel primo trimestre del 2023.

Nel 2024 inoltre è previsto un concreto Halving, ossia un’operazione programmata di “distruzione” di token BTC, evento che serve per aumentare la richiesta e quindi il valore di mercato.