Trova con la banconota da 5 euro con questa scritta: ecco quanto vale!

La storia della carta moneta europea ed italiana segue di pari passo quella del mondo occidentale. Nel vecchio continente la forma cartacea del denaro come la conosciamo oggi ha trovato una prima diffusione a partire dal Seicento, principalmente come forma di “biglietti di banca” da parte di proprietari terrieri e personalità facoltose, mentre molto più tardi ha iniziato a diffondersi come denaro vero e proprio in particolare dopo la metà dell’Ottocento. Dopo una lunga “gestazione”, le banconote dell’euro hanno sostituito quelle delle precedenti valute dal 2002 e tra quelle più diffuse spicca quella da 5 euro.

Trova con la banconota da 5 euro con questa scritta: ecco quanto vale!

Resta ancora oggi a distanza di 20 anni dall’introduzione della valuta unica la banconota con il valore nominale e facciale minore in assoluto, ma anche una delle più diffuse in tutto il territorio europeo. Anche nelle dimensioni evidenzia un taglio piccolo, proprio per rendere immediatamente percepibile il valore. La banconota da 5 euro è stata la prima a subire il restyling dell’attuale seconda serie di banconote europee, che sono quelle che oggi utilizziamo in maggior quantità. Nel 2015 infatti la prima serie è stata sotituita gradualmente dalla serie Europa, prima che per altri tagli.

Dal punto di vista collezionistico resta la prima serie la più interessante, perchè anche le 5 euro sono potenzialmente pezzi da collezione: spesso i collezionisti fanno caso al seriale che definisce l’unicità eventuale.

Tuttavia le più rare sono quelle che fanno parte della limitatissima collezione “Specimen”, ossia esemplari non concepiti per l’uso tradizionale, ed esclusivamente legate ad un concetto di collezione, sviluppate per fungere da dono per personalità politiche di rilievo.

E’ facilmente riconoscibile per la presenza di una vistosa scritta Specimen, presente in diagonale su tutti e due i lati. Il valore per uno di questi esemplari è particolarmente interessante essendo molto rari: circa 500 euro per un esemplare in buone condizioni, fino a 1000 per uno in eccellente stato.

5 euro