Cerca la moneta con Garibaldi: ecco quanto vale!

Dal 2002 quasi ogni nazione dell’Europa Occidentale, ossia la parte del continente che compone la cosiddetta Eurozona ha scelto di adottare proprio l’euro come valuta locale, ed oggi la valuta comunitaria viene utilizzata da quasi 30 nazioni, che nel corso degli anni hanno concepito oltre alle svariate forme di monetazione tradizionale, anche le emissioni commemorative, ideate per omaggiare date e personaggi famosi di ogni tipo.


Leggi anche:
Loading RSS Feed

Per queste monete è stato scelto il formato da 2 euro, “personalizzato” in tirature limitate ad anni specifici come nel caso di Garibaldi, raffiguratoo anche su altre emissioni nei contesti immediatamente precedenti all’arrivo dell’euro.

Cerca la moneta con Garibaldi: ecco quanto vale!

L’eroe del Risorgimento italiano, nonchè considerato l’eroe dei Due mondi infatti ha avuto oltrea a numerose piazze e strade in suo onore anche diverse monete. Quella da 2 euro è stata coniata dalla Zecca di Roma per San Marino, realtà che non fa ufficialmente parte dell’Unione Europea ma trovandosi nel nostro paese come realtà semi indipendente, ha avuto la possibilità di utilizzare le proprie versioni dell’euro.

L’emissione è stata realizzata nel 2007 in numero limitato come per tutte le monete commemorative e presenta una figura di Garibaldi seduto con a sinistra la scritta SAN MARINO (derivata da una celebre fotografia) ed il simbolo di zecca R. Sulla destra la firma dell’autore Ettore Lorenzo Frapiccini.

L’altro lato è assolutamente identico a qualsiasi altra moneta da 2 euro, raffigurante il valore facciale e la rappresentazione dell’Europa, leggermente modificata rispetto alle emissioni fino al 2007.

La valutazione della moneta da 2 euro con Garibaldi è direttamente proporzionata alla richiesta del mercato: attualmente questo si aggira sui 60 euro per un esemplare in condizioni estremamente buone, pressochè perfette, mentre un esemplare in condizioni “solo” buone vale comunque circa la metà.

Un esemplare circolato, quindi con prevedibili segni e graffi dovuti all’usura non può ragionevolmente valere più di 5-6 euro.

due euro.