La storia di Medusa in Percy Jackson cambia rotta allontanandosi dai romanzi e il co-creatore spiega perché

La serie televisiva “Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo” su Disney+ segue fedelmente i romanzi di Rick Riordan, con alcuni cambiamenti rispetto ai film. Uno dei personaggi che subisce maggiori modifiche è Medusa, il cui arco narrativo si allontana dal libro per avvicinarsi al mito originale. Nella serie, Medusa rappresenta una vittoria per Percy Jackson, che la decapita per sconfiggerla. Tuttavia, la figura di Medusa ha un significato più oscuro nella mitologia greca. Nel mito originale, Medusa fa un voto di castità a Atena, ma poi ha una relazione con Poseidone, che molti interpretano come un atto di violenza. Atena punisce Medusa trasformandola in una gorgone. La serie televisiva approfondisce questa storia e Medusa ha una conversazione importante con Annabeth, figlia di Atena, in cui fa riferimento al suo passato. Jon Steinberg, co-creatore della serie, spiega che l’episodio fa riferimento al mito originale in modo adatto all’età del pubblico. Nel terzo episodio, Medusa offre aiuto a Percy per salvare sua madre, ma suggerisce di pietrificare Annabeth e Grover come punizione. Percy decapita Medusa per proteggere i suoi amici, non per vendetta. La serie offre una versione più complessa e fedele del personaggio di Medusa, esplorando le sue relazioni con i genitori dei protagonisti.
Continua a leggere su MediaTurkey: La storia di Medusa in Percy Jackson cambia rotta allontanandosi dai romanzi e il co-creatore spiega perché

Lascia un commento