Come riutilizzare gli avanzi di frutta e verdura per far felici i più piccini: la guida

La cucina del recupero è un argomento importante, in quanto consente di utilizzare gli scarti e gli avanzi di frutta e verdura per scopi utili. Uno di questi utilizzi è la creazione di compost, ovvero di concime per le piante. Tuttavia, oggi vi presentiamo un’idea ancora più originale e primitiva: trasformare questi avanzi in pittura atossica.

Nell’antichità, non esistevano i prodotti chimici che abbiamo oggi, quindi per pitturare venivano impiegati prodotti naturali. Fiori, spezie e vegetali sono naturalmente pigmentati grazie alle proteine presenti al loro interno, quindi possono essere utilizzati come ottime fonti di pigmenti naturali per la pittura.

Spesso i genitori sono alla ricerca di prodotti atossici per far divertire i propri bambini, soprattutto quelli più piccoli che tendono a mettere tutto in bocca. Purtroppo, spesso si spendono cifre esorbitanti per prodotti che non sempre sono di buona qualità. Ecco perché oggi vi mostreremo come produrre delle pitture proprio utilizzando gli avanzi di vegetali, con tecniche molto facili che spesso già impieghiamo.

Per ottenere coloranti naturali, possiamo iniziare con le spezie. Ad esempio, la spirulina e la curcuma sono già pigmentate di loro natura, rispettivamente di blu o verde e di giallo. Possiamo anche iniziare utilizzando le foglie di scarto di cavolo e altre verdure. Il cavolo cappuccio, ad esempio, è disponibile in diverse colorazioni, dal verde chiaro al verde scuro, e dal rosso al viola.

Per ottenere colori dalla verdura, basta frullare le verdure crude con un po’ di olio. In questo modo possiamo ottenere pitture di varie tonalità, dalle sfumature di verde al rosso, che è un colore primario, e al viola. Ad esempio, la barbabietola può essere utilizzata per ottenere una colorazione fucsia, anche solo utilizzando l’acqua di cottura con un po’ di amido per trasformarla in pittura.

Dai frutti rossi troppo maturi possiamo ottenere diverse tonalità di rosso, semplicemente frullandoli. Per ottenere il colore blu, invece, possiamo utilizzare i mirtilli maturi, frullarli e poi setacciarli. In questo modo otterremo un blu tendente al viola. Se vogliamo un blu più intenso, possiamo aggiungere un po’ di spirulina blu. Se invece vogliamo trasformare il blu in rosso, basta aggiungere qualche goccia di aceto.

Per ottenere il colore giallo possiamo utilizzare la buccia di limone, peperoni gialli o carote gialle. Basta frullarli con un po’ di olio o utilizzare un estrattore. Per intensificare il colore giallo possiamo aggiungere un po’ di curcuma, mentre per ottenere l’arancione possiamo utilizzare dello zafferano. I vegetali contengono molta acqua, quindi è facile ottenere colori liquidi. Per addensarli, possiamo aggiungere un po’ di farina o amido. Per facilitare la stesura e migliorare la resa, possiamo aggiungere dell’olio di semi. Mescoliamo fino a ottenere la consistenza desiderata.

Queste sono solo alcune idee, ma ovviamente è possibile ottenere colori diversi utilizzando diversi avanzi di vegetali, per far divertire i nostri amati bambini. In questo modo, non solo risparmiamo denaro, ma anche contribuiamo a ridurre gli sprechi alimentari e a creare un’attività creativa e sicura per i nostri bambini.
Continua a leggere su MediaTurkey: Come riutilizzare gli avanzi di frutta e verdura per far felici i più piccini: la guida

Lascia un commento