Perchè il 15 gennaio è il giorno più triste dell’anno? Ecco il Blue monday

Il Blue Monday, ossia il giorno più triste dell’anno, è una ricorrenza che cade il terzo lunedì di gennaio di ogni anno. Questo giorno è stato associato a un senso di tristezza e sconforto, tanto da essere considerato il momento più deprimente dell’intero anno. Ma perché proprio il 15 gennaio viene considerato così?

La definizione del Blue Monday non è frutto di un’invenzione casuale, ma ha basi scientifiche. Infatti, risale al 2005 quando un ricercatore dell’Università di Cardiff ha condotto uno studio per indagare le ragioni dietro il senso di tristezza che molte persone provano in questo giorno. L’analisi ha rivelato che vi è un aumento significativo delle richieste di aiuto psicologico proprio in questa giornata.

Ci sono diversi fattori che contribuiscono a rendere il Blue Monday un giorno triste. Innanzitutto, il contesto temporale gioca un ruolo importante. Questo giorno cade dopo le festività natalizie, che sono spesso caratterizzate da momenti di gioia e felicità in famiglia. Il ritorno alla routine quotidiana e la fine delle vacanze possono generare un senso di malinconia e tristezza.

Inoltre, il Blue Monday coincide con il primo vero lunedì dell’anno, che è spesso considerato il giorno più difficile della settimana. Il lunedì è generalmente associato a una mancanza di motivazione e a un senso di stanchezza dopo il riposo del fine settimana. Questo può contribuire a accentuare la sensazione di tristezza in questa particolare giornata.

Un altro fattore che rende il Blue Monday un giorno triste è la sua rilevanza per la generazione Z, ovvero i giovani tra i 14 e i 25 anni. Uno studio ha dimostrato che questa fascia di età è quella che percepisce maggiormente il Blue Monday come una giornata negativa o poco fortunata. Questo potrebbe essere dovuto al fatto che i giovani sono più suscettibili alle pressioni sociali e alle aspettative che la società pone su di loro.

È importante sottolineare che il Blue Monday non è una condizione che riguarda necessariamente tutte le persone. Esistono individui che non sentono particolarmente questa tristezza in questa specifica giornata. Tuttavia, ci sono evidenze scientifiche che suggeriscono una correlazione tra questo giorno e un aumento delle richieste di aiuto psicologico.

Va anche detto che il Blue Monday non è solo una questione scientifica, ma ha acquisito una rilevanza culturale. È diventato un argomento di discussione e di riflessione, tanto che molte persone lo ricordano e si riferiscono ad esso come il giorno più triste dell’anno. Questo dimostra come le percezioni e le credenze collettive possano influenzare la nostra esperienza individuale di un determinato giorno.

In conclusione, il Blue Monday è una giornata associata a un senso di tristezza e sconforto che cade il terzo lunedì di gennaio di ogni anno. Questo giorno è stato oggetto di studi scientifici che hanno evidenziato un aumento delle richieste di aiuto psicologico proprio in questa giornata. Il contesto temporale, il ritorno alla routine quotidiana dopo le festività natalizie e la percezione negativa da parte della generazione Z sono tutti fattori che contribuiscono a rendere il Blue Monday il giorno più triste dell’anno. Tuttavia, è importante ricordare che questa tristezza non è universale e che l’esperienza di ognuno può variare.
Continua a leggere su MediaTurkey: Perchè il 15 gennaio è il giorno più triste dell’anno? Ecco il Blue monday

Lascia un commento