Google IO 2017: svelate le novità di Android O

0
22
Google-IO-2017-android-o

Al Google IO 2017 è stata presentata la developer preview 2 di Android O, il nuovo sistema operativo successore di Nougat. Android O dovrebbe uscire nel Q3 del 2017, come evidenziato dal calendario che vi presentiamo di seguito, si ribadisce dunque lo stesso iter temporale di Nougat. Potrebbe arrivare tra gli aggiornamenti disponibili di molti smartphone android, sicuramente gli ultimi usciti da inizio anno.
E’ stato presentato un nuovo tool di Machine Learning: TensorFlow, il quale cercherà di seguire le azione dell’utente e memorizzarle ed elaborarle per ottimizzare i processi esistenti, in modo da avere un sistema operativo più reattivo e più vicino alle esigenze dell’utente.
Di seguito il calendario delle prossime preview e della final release di Android O:

Android-O-aggiornamenti-disponibili

Molte le novità presentate del nuovo sistema operativo Android:
Picture-In-Picture
Una modalità già vista su Youtube ed in TV, se state vedendo un video e premete il tasto home, apparirà una piccola finestrella che potrete lasciare o togliere con uno swipe. Questo per mantenere traccia delle attività recenti, in modo tale da poter tornare a vedere il video in tempi rapidi una volta risposto ad una chiamata od ad un’email.
Notification dots
Molte applicazioni di terze parti aggiungono un contatore sopra l’icona dell’applicazione che ha delle notifiche in sospeso, in questo caso Google ha aggiunto una mini barra di notifiche su ogni icona con delle notifiche in sospeso. Per attivarla basterà un long press.

Selettore smart
E’ stata aggiunta una funzionalità alla selezione del testo in Android O, quando si selezionerà un numero, basterà un tap sopra alla selezione per attivare il dialer ed effettuare la chiamata; oppure quando si selezionerà un indirizzo, con un tap Google farà partire la ricerca su Maps.
Auto-Fill
Introdotta la funzionalità auto fill all’interno del sistema operativo Android. Già funzionava lato browser con Chrome, ma ora sarà possibile vedere completati i campi di un form anche lato sistema.

Google-IO-2017-vitals

Vitals
Google si è occupata anche della parte che concerne l’autonomia degli smartphone android, con il progetto Vitals il quale comprende servizi di sicurezza, servizi per gli sviluppatori ed un’ottimizzazione del sistema operativo.
I tempi di avvio sui dispositivi Pixel, con le ottimizzazioni di Vitals risultano dimezzati; una migliore ottimizzazione lato codice (garbage e processi concorrenti) farà andare più veloce Android O rispetto al suo predecessore.
Nuovi Font
Sarà possibile creare dei font personalizzati, con stili personalizzati dagli sviluppatori.
Google Play Console
Una play console rinnovata per gli sviluppatori Android, dove potranno vedere le statistiche di utilizzo dell’applicazione e come l’utente usufruisce della stessa. Un ottimo modo per migliorare applicazioni già presenti sul Google Play Store

Rispondi