Gli USA pronti a mettere al bando tik tok.

Si infittisce l’astio della casa bianca nei confronti del social media dei mini video stiamo parlando di tik tok.

Da Washington viene considerato un potenziale strumento di spionaggio comunista, sia da Donald Trump che da Mike Pompeo è stata considerata la proposta di mettere al bando l’app di proprietà del colosso cinese ByteDance.

Oggi iniziano ad emergere i primi dettagli sulla strategia che utilizzeranno gli Stati Uniti per mettere al bando l’app. Stando ad una prima fonte una delle ipotesi sarebbe di inserire la casa madre bytedance sulla lista nera del dipartimento del commercio, la stessa lista. He è stata inclusa Huawei.

Questo tipo di mossa renderebbe molto difficile per aziende come Apple e Google fornire a tik tok gli aggiornamenti necessari per funzionare nel modo corretto, arrivando così a eliminarla dagli smartphone degli americani. ma è anche possibile che quest’ipotesi venga letta come una minaccia per convincere bytedance a cedere il controllo dell’app liquidando tutte le sue attività fuori dal confine cinese.

La decisione arriverà entro un mese manderà un segnale molto forte alla Cina.

Tiktok non social network dei mini video musicali molto divertenti che ha conquistato milioni di persone a livello globale nel complesso è stata scaricata circa 2 miliardi di volte, con 800 milioni di utenti mensili, di cui è una trentina negli Stati Uniti.

Le perplessità sulla privacy vengono da un dibattito lontano, ma nel film di scontro a tutto campo tra Cina e Stati Uniti sono state politicizzate dalla casa Bianca che ha causato l’applicazione di fornire i dati personali di milioni di utenti al governo cinese.

Il colosso cinese ha cercato di rispondere all’accusa separando le proprie attività in Cina dov’è la app si chiama Douyin, assicurando che i dati degli utenti vengono gestiti in server situati negli Stati Uniti è a Singapore e non sul territorio della Repubblica popolare.

Ma questa strategia non è stata sufficiente per schivare l’amministrazione americana che ha deciso di trasformare tik tok in una seconda Huawei social network si differenzia nettamente da Huawei.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *