Dogecoin: perchè se ne parla così tanto?

Dogecoin: perché si sta parlando tanto di questa criptovaluta? Se ti stai facendo questa domanda, l’articolo nelle prossime righe fa per te e ti permetterà di scoprire alcune informazioni preziose sulla valuta digitale del momento.

Dogecoin ed Elon Musk: ecco cosa sapere

Dogecoin è una criptovaluta che, tra il 4 e il 5 febbraio 2021, ha guadagnato il 300%, portando Robinhood a decidere il blocco delle transazioni. A cosa è dovuto questo boom? La risposta è da ricondurre a un nome che, da solo, racconta un mondo dal punto di vista dell’innovazione: Elon Musk.

Il CEO di Tesla e Space X ha prima di tutto parlato di Dogecoin sul social del momento, ossia Clubhouse e, successivamente,  l’ha citata su Twitter, interrompendo un silenzio di qualche giorno arrivato dopo un post che aveva provocato un forte rialzo di valore di Bitcoin.

Definendola “la criptovaluta del popolo”, Elon Musk ha dato un boost inimmaginabile al valore della valuta digitale: su scala settimanale, infatti, si parla di una crescita del 319%. Per quanto riguarda invece la capitalizzazione di mercato, facciamo presente che ha superato i 6 miliardi di dollari.

Cos’è Dogecoin?

Dopo aver capito perché si parla tanto di Dogecoin nelle ultime settimane, è il caso di capire di cosa si parla di preciso quando si chiama in causa questa criptovaluta. Dogecoin – nota anche con la sigla DOGE  – è una criptovaluta il cui logo richiama il cane Shiba Inu reso famoso da tantissimi meme su internet.

Nata per scherzo nel 2013, in poco tempo ha concretizzato un oggettivo successo. Per rendersene conto, basta rammentare che, nel 2014, era caratterizzata da una capitalizzazione di 60 milioni di dollari.

Una cosa molto importante da considerare quando si parla della sua storia riguarda la sponsorizzazione – e il successivo buon esito – di 4 campagne di raccolta fondi. La prima risale al 2014 ed è stata lanciata con lo scopo di finanziare la partecipazione alle olimpiadi invernali della squadra giamaicana di bob. L’ultima, invece, ha riguardato il sostegno economico alla fondazione Dog 4 Family House.

Per quanto riguarda i contro, è il caso di sottolineare che, come rammentato da uno dei founder, ossia Jackson Palmer, questa criptovaluta si contraddistingue per l’assenza di innovazioni tecniche. Questa peculiarità la fa guardare in alcuni casi con la paura che possa diventare obsoleta ed uscire dal mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *