I gatti si possono tosare? La risposta lascia senza parole

0
1248

E’ risaputo che i gatti non amano molto l’acqua e odiano essere lavati, in quanto si occupano da soli della loro pulizia giornaliera attraverso ripetute leccate. Nonostante ciò, a volte può capitare di essere costretti a lavare il micio per via di un inconveniente; è possibile che il gatto sia caduto in una pozzanghera e si sia sporcato o a volte è talmente sporco che da solo non sarebbe capace di pulirsi per bene, o meglio, pulirsi come vogliamo noi. Specialmente se il gatto vive in casa, è importante fare attenzione alla sua igiene, quindi un bagnetto, di tanto in tanto, può rilevarsi davvero utile. Quindi è importante abituare il gatto a deve imparare ad essere lavato in modo che non subisca traumi.

Così come succede per i cani, alcune razze di gatti come il Persiano, hanno il pelo molto lungo e quindi  soffrono il caldo nel periodo estivo ed è frequente che si formano dei nodi nel pelo per cui si rivela necessario a volte accorciarlo con le forbici o addirittura tosarlo.

Abituare il gatto a farsi tosare

Per evitare problemi in futuro, è necessario, abituare il gatto fin da cucciolo a farsi maneggiare, toccare e spazzolare.

Ecco alcuni consigli utili per la tosatura:

  • Prima di ricorrere alla tosatura è importante spazzolare il gatto per rimuovere il pelo in eccesso per evitare che questo si accumuli nella macchinetta
  • Mai tosare il gatto in inverno, ma soltanto poco prima dell’estate e mai a pelo raso perchè il peso è sempre una protezione dagli agenti esterni.

Nel caso in cui il gatto sia adulto e non è mai stato tosato, potrebbe essere difficile e stressante l’esperienza della tosatura sia per il micio che per il suo padrone, quindi è meglio portarlo da un toelettatore esperto ed evitare di ricorrere ad una toelettature fai da te.

Il pelo del gatto

Il pelo del gatto si presenta diviso in pelo, setole e sottopelo.
Il sottopelo è corto e morbido e fornisce l’isolamento del corpo. Seguono le setole che sono peli un po’ più lunghi e ispidi e infine i peli dominanti o peli primari che sono più lunghi e più visibili nel mantello.

Il gatto può essere a pelo lungo, a pelo semilungo e a pelo corto.

Il pelo protegge il gatto non solo da insetti e parassiti o dallo sporco ma funziona anche per la regolazione della tempertura corporea o termoregolazione.

Tosare il gatto: a volte è sbagliato

Non tutti sono concordi nel tosare il gatto in quanto non solo perché il pelo del gatto è funge da termoregolazione ma anche perché l’assenza del pelo espone il gatto a numerosi rischi come i raggi UVB e le possibili ustioni causate dal sole oltre che le punture d’insetti. Inoltre, il pelo ricresce lentamente e quindi il gatto rischia di trovarsi nel periodo invernale, esposto al freddo.

Per mantenere il pelo in ordine, senza arrivare alla tosatura drastica, è meglio curare il pelo del gatto ricordandosi di spazzolarlo spesso e di lavarlo usando un opportuno balsamo per districare il pelo, in commercio sono presenti anche degli spray che servono per districare i nodi e ammorbidire il pelo in modo da rimuovere le impurità e impedire la formazione di nodi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here