Nuova truffa su Paypal: ecco cosa succede

Le truffe sul web sono numerose. Quando le si chiama in causa, è necessario ricordare anche i raggiri riguardanti Paypal. Non è il  caso di sorprendersi della loro esistenza: questo portafoglio elettronico, infatti, è estremamente popolare e semplice da utilizzare. Se ti stai chiedendo come funziona la nuova truffa su Paypal, nelle prossime righe di questo articolo puoi trovare diverse informazioni preziose.

Truffa su Paypal: come funziona?

Come funziona la nuova truffa su Paypal? Tra le più diffuse del momento rientra un vero e propio caso di phishing. Sono diversi gli utenti che hanno denunciato il fatto di aver ricevuto, tramite mail, un messaggio in cui si sottolinea la ricezione di una determinata somma di denaro. Nella maggior parte dei casi, si tratta di riferimenti a eredità o a risarcimenti.

Ovviamente, dal momento che nessuno regala soldi così da un giorno con l’altro, alla persona viene richiesto di versare un anticipo tramite il proprio account Paypal. Chiaramente una volta ricevuta la somma il mittente della mail sparisce, e la persona che è caduta nella trappola si ritrova con meno soldi sul conto e con i dati di quest’ultimo alla mercè degli hacker (molte volte, vengono rivenduti suldark web).

Come difendersi da questa truffa? Scopriamolo assieme nel prossimo paragrafo.

Come difendersi dalla truffa su Paypal?

Per difendersi dalla nuova truffa su Paypal è necessario innanzitutto essere consapevoli del fatto che nessuno regala soldi. Nel momento in cui si vede, nella propria cassella mail, un messaggio che chiama in causa un’eredità, un risarcimento o una donazione, è il caso di diffidare.

Inoltre, anche nel caso in cui si avesse un parente che ha lasciato un’eredità, la comunicazione in merito a quest’ultima non arriverebbe certo via mail, ma con la convocazione da parte di un notaio.

Per tutelarsi da questa truffa esiste un’altra semplicissima soluzione, che vale anche nel caso degli altri phishing. In cosa consiste? Nel fatto di controllare la presenza di errori di ortografia nel corpo del messaggio. Concludiamo rammentando che, nel momento in cui si viene a sapere che una persona cara è caduta in questa trappola, è fondamentale avvisare la polizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *