Passaggio dei Mac da Intel ad ARM

Ormai da circa 1 anno circolano le indiscrezioni secondo il quale Apple annuncerà la transizione dei processori Arm in occasione della conferenza WWDC 2020 che si terrà informato virtuale a partire dal 22 giugno.

Secondo questi rumor Apple annuncerà il passaggio ai chip con architettura ARM, stavolta confermati da Mark Gurman, fai datore.di Blomberg che ha più forte dimostrato di avere ottimi rapporti con la casa di Cupertino.
Non c’è da meravigliarsi infatti non è la prima volta che effettua dei cambi di rotta. Infatti negli anni 90 con il passaggio delle CPU Motorola a powerPc poi a giugno del 2005 il passaggio ai processori Intel sui primi Mac e MacBook.Passaggio dei Mac da Intel ad architettura ARM: chi ci perde, chi ci guadagna
Sicuramente in questo switch chi ci andrà a perdere sarà Intel, poiché come ben sappiamo Apple manda un market share più o meno del 10% a livello globale, e poi non sarà nemmeno una buona pubblicità per Intel.
D’altra parte non è solo il bora essere stanca dalle dipendenze di Intel e aziende come Microsoft Samsung ecc, quest’ultimi hanno creato e stanno per commercializzare dei loro prodotti con CPU ARM-based.
Sicuramente Apple avrebbe il vantaggio di avere Maggiore libertà e la possibilità di sfruttare una più stretta integrazione tra hardware e software ridurre i costi e non dipendere da altre aziende.
Ovviamente poi potrà creare anche dei dispositivi con maggiore autonomia, minori consumi, e creare prodotti che potranno essere molto differenti a livello hardware con il PC Windows.
Ha guardata ci sarà anche TSMC la più grande fabbrica di semiconduttori al mondo nota per la sua produzione dei Soc Ax per conto di Apple.questa fabbrica vanta un avanzatissimo sistema di produzione con dei processi produttivi che permettono di creare dei chip con una densità che internet non è riuscita ancora ad eguagliare.TSMC Discloses 'Secret' 4nm Node | EE Times
Ovviamente quello che sappiamo e che Apple userà i suoi processori, nome in codice kalamata. Il completamento della transazione la Power ci ha Inter In passato ha richiesto circa due anni, probabilmente sarà necessario lo stesso tempo per affinare le varie tecnologie e avviare gli sviluppatori a ottimizzare le funzioni è la nuova architettura. Ovviamente ci resterà da chiarire vari elementi, non ci resta che attendere il 22 giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.