Mangiare foglie di alloro: ecco cosa accade

L’alloro è una pianta aromatica utilizzata molto spesso nelle nostre cucine per preparare tisane ma anche per aromatizzare diverse ricette. Ma cosa accade se mangiamo foglie di alloro? E’ pericoloso? All’interno di questo articolo risponderemo a queste e altre domande sull’alloro.

Usare l’alloro in cucina

Le foglie di alloro si usano molto frequentemente per aromatizzare dei secondi di carne o dei sughi. Un altro modo per impiegare le foglie di alloro in cucina consiste nel metterle a bollire con dell’acqua per realizzare delle tisane digestive. Dopo aver fatto bollire l’alloro, dovrete poi filtrare il preparato, e versarlo in una tazza per degustarlo successivamente. Questa tisana così ottenuta renderà più semplice la digestione riducendo così anche i fastidiosi bruciori di stomaco.

L’alloro si può mangiare?

Se ci dovesse capitare di mangiare delle foglie di alloro l’unica cosa che può accadere è restarne disgustati poiché il loro sapore molto amaro influenzerà le nostre papille gustative e non saremo più in grado di sentire il sapore degli altri cibi. Quindi, la cosa migliore da fare con l’alloro consiste nel utilizzarlo per insaporire le pietanze o per preparare decotti e tisane digestive e successivamente rimuoverlo per evitare di ingerirlo.

L’alloro è tossico?

Di recente si è diffusa una voce che afferma di dover fare attenzione a mangiare alloro. Ma come mai? L’alloro è tossico? In realtà l’alloro non è tossico, tuttavia queste voci non sono del tutto infondate, poiché in natura esiste una pianta molto simile all’alloro, le cui foglie sono identiche ma tossiche!. Si tratta del Lauroceraso. Questa pianta svolge solo delle funzioni ornamentali e non è commestibile. Anzi, le sue foglie sono molto velenose. Quindi, chi ha diffuso queste voci, probabilmente si è imbattuto in natura con questa pianta e deve averla scambiata per l’alloro, rischiando così la vita! Di conseguenza, mangiare alloro non è minimamente pericoloso, semplicemente non è gradevole al palato. Ciò che invece può essere pericoloso è scambiare l’alloro per il Lauroceraso e ingerirlo erroneamente. Di conseguenza, se non si è sicuri della pianta che abbiamo davanti a noi, la cosa migliore da fare è non raccoglierne le foglie.

Cosa accade se mangi alloro crudo?

Se vi dovesse capitare di mangiare alloro crudo, probabilmente l’unica cosa che accadrebbe è che una volta provato non lo farete mai più! L’alloro è infatti una pianta le cui foglie si prestano molto bene per aromatizzazione altri cibi e quindi si appoggiano semplicemente sopra di essi come, ad esempio, sulla carne, per poi essere tolte e messe di lato. Vanno bene anche, come abbiamo detto, per preparare infusi ma anche dall’acqua, a conclusione della preparazione della bevanda digestiva, vanno tolte. Non vi siete mai chiesti perché le foglie di alloro si tolgono dal piatto e non si mangiano? Perché non sono assolutamente gradevoli al palato, soprattutto quando tentiamo di dare un morso a una foglia di alloro cruda. Ciò che ne ricaveremo sarà semplicemente una sensazione di disgusto che andrà però a incidere su tutto ciò che consumeremo dopo l’alloro, rovinando il gusto dei cibi successivi, che non riusciremo pienamente a percepire. Meglio dunque usare l’alloro esclusivamente per dare sapore ai nostri piatti quindi scansare le foglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *