Stai attento a questa cosa se paghi con il POS: ecco cosa può accadere

I pagamenti digitali non rappresentano più una “minoranza” nel sistema economico italiano ma una vera e propria necessità, essendo considerati sotto molti punti di vista più sicuri e quindi tracciabili rispetto a quelli effettuati con il denaro liquido.

Il nostro paese manifesta da sempre sempre un po’ di “resistenza” nei confronti dei pagamenti digitali e ciò è dimostrato anche dall’obbligo di POS per esercenti e professionisti. La linea del governo è chiara, anche attraverso il Bonus Bancomat, una forma di agevolazione concepita proprio per i commercianti per incentivare sia l’installazione di POS di pagamento, e riducendo al minimo le commissioni per i pagamenti.

Stai attento a questa cosa quando paghi con il POS: ecco cosa può accadere

Proprio la situazione attorno ai POS rappresenta uno dei contesti di dialogo più comuni tra esercenti e governo: la diffusione di questi oggetti è indispensabile per favorire sempre di più l’attuazione di un piano che porti ad un’economia sempre più cashless, POS che sono comunque già molto diffusi, anche nelle varianti più moderne, che non necessitano di un collegamento cablato per operare.

POS

Per favorire i piccoli pagamenti il governo dal 2021 ha alzato il limite entro il quale è possibile utilizzare una carta di pagamento senza digitare il PIN, da 25 a 50 euro: ciò è possibile grazie all’utilizzo della tecnologia contactless, che permette il passaggio di dati senza un vero e proprio contatto fisico.

Questa forma di trasmissione di dati è molto utile anche se presenta dei rischi legati alla sicurezza: alcune tipologie di borseggiatori utilizzano questi piccoli POS, che come detto, utilizzano funzionalità wi-fi per “rubare” somme di denaro dalle carte dei malcapitati, magari avvicinando il POS di nascosto al portafogli o alla borsa della vittima.

Conviene utilizzare portafogli e portamonete di ultima generazione, dotati di “schermatura” RFID per evitare questo tipo di “rapina”, ma è anche possibile utilizzare dei porta tessera che utilizzano la medesima tecnologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.